logoSign upLog in
Marketing - beBee

Marketing

~ 100 buzzes
Se sei un esperto di marketing, stai effettuando un corso, o semplicemente vorresti saperne di più, entra a far parte di questo alveare! Potrai conoscere persone interessate al marketing nelle sue diverse ramificazioni (Marketing Digitale, Marketing Tradizionale, Marketing di Contenuto, Analisi di Mercato, Marketing Relazionale, Guerrilla Marketing, E-mail Marketing, etc.), condividere le ultime novità e trovare offerte di lavoro del settore.
Buzzes
  1. ProducerMarco Tomasone

    Marco Tomasone

    16/02/2017
    Le 7 C della comunicazione perfetta
    Le 7 C della comunicazione perfettaSette regole per una comunicazione efficace. Se vuoi lasciare il segno, facendo si che il tuo brand venga percepito nella maniera più corretta possibile non puoi improvvisare la tua comunicazione. In ogni campo, una buona comunicazione è...
    Relevant
  2. ProducerRiccardo Marciani
    Content marketing: come gestire i propri contenuti?
    Content marketing: come gestire i propri contenuti?Il content marketing è fondamentale per la propria strategia. Per migliorare i propri contenuti, però, è necessario seguire alcuni step.Tra le innumerevoli sottocategorie del macrosettore del marketing vi è anche il content marketing, che sembra...
    Relevant

    Comments

    Giampiero Vilardi
    15/02/2017 #5 Giampiero Vilardi
    #4 You're welcome!
    Riccardo Marciani
    15/02/2017 #4 Riccardo Marciani
    #3 Thank you @Giampiero Vilardi!
    Giampiero Vilardi
    14/02/2017 #3 Giampiero Vilardi
    Hi @Katyan Roach! I found an english version here: http://www.convinceandconvert.com/content-marketing/lifetime-value-of-a-blog-post/
    Enjoy and thanx for your exciting feedback!
    Javier 🐝 beBee
    10/02/2017 #2 Javier 🐝 beBee
    #1 @Katyan Roach thanks for your interest ! CC @Giampiero Vilardi
    Katyan Roach
    10/02/2017 #1 Katyan Roach
    Please share an English version if possible. I'd love to read this
  3. ProducerGiampiero Vilardi
    14 frasi che non devi MAI e poi MAI scrivere in un'email
    14 frasi che non devi MAI e poi MAI scrivere in un'emailSpesso, senza rendercene conto, facciamo degli errori grossolani quando scriviamo delle email. Non si tratta di errori grammaticali o di odiosi refusi lasciati lì per caso. No, si tratta di errori strategici, che non tengono conto del buon senso di...
    Relevant

    Comments

    Giampiero Vilardi
    27/01/2017 #2 Giampiero Vilardi
    #1 Grazie mille @Chiara Randazzo!
    Chiara Randazzo
    27/01/2017 #1 Chiara Randazzo
    Divertente ma allo stesso tempo utile e completo. Errori effettivamente evitabili, ma che sono molto ricorrenti.
  4. ProducerRiccardo Marciani
    Personal brand & Personal branding: essenza, unicità e impronta personale
    Personal brand & Personal branding: essenza, unicità e impronta personaleHo avuto modo di notare un cambio nella piattaforma che mi pare azzeccato. Si parla molto di Personal branding ultimamente. Ho osservato con interesse la infografica che parlava dei consigli per avere una propria "marca" forte. A questo punto vorrei...
    Relevant

    Comments

    Riccardo Marciani
    20/01/2017 #3 Riccardo Marciani
    #1 e #2 Grazie mille!
    Michele Basile
    19/01/2017 #2 Anonymous
    Ottimo articolo! Complimenti @Riccardo Marciani!
    Giampiero Vilardi
    19/01/2017 #1 Giampiero Vilardi
    Grazie mille @Riccardo Marciani. Hai postato un contributo di gran valore. Complimenti!
  5. Giampiero Vilardi
    Come, dove e quando? Ecco le risposte per iniziare a crearti un brand tuo!
    Personal Branding: istruzioni per l'uso
    Personal Branding: istruzioni per l'uso Come si crea un brand personale di successo facendo leva sull'online? Quali sono le 3 domande da farsi per farlo al...
    Relevant
  6. ProducerbeBee in Italiano
    beBee: la piattaforma in cui creare, mostrare e diffondere il tuo personal brand
    beBee: la piattaforma in cui creare, mostrare e diffondere il tuo personal brandIl Personal branding sta diventando un aspetto fondamentale per il successo professionale. Il Personal branding sta diventando fondamentale per chi cerca di far crescere il proprio business, oppure vorrebbe un lavoro migliore o spera di raggiungere...
    Relevant

    Comments

    Gloria Comandini
    17/01/2017 #4 Gloria Comandini
    #1 @Riccardo Marciani 😂😂😂
    Flavia Grasso
    16/01/2017 #3 Flavia Grasso
    #1 In effetti è vero ciò che dici. Bisogna stare al passo e darsi una mossa e spero di capirci di più grazie ad articoli come questo.
    Giampiero Vilardi
    16/01/2017 #2 Giampiero Vilardi
    #1 Ahahahah! Condivido @Riccardo Marciani. Molto meglio che si curi la propria immagine attraverso strumenti ageduati.
    Riccardo Marciani
    16/01/2017 #1 Riccardo Marciani
    Un concetto al quale dobbiamo abituarci. Che si voglia o no siamo ovuenque su internet e a quasto punto meglio prenderne coscienza e curare la propria immagine.
    In definitiva meglio che chi fa una ricerca su di noi ci scopra per qualità personali e articoli, piuttesto che per foto in cui eravamo alla festa di capodanno cantando Brigitte Bardot Bardot...
    O no?
  7. ProducerGiampiero Vilardi
    Quanto vale lo sponsor sulle maglie? Il Barcellona raddoppia il suo contratto dal 2017. Qual è la situazione nel mondo del pallone?
    Quanto vale lo sponsor sulle maglie? Il Barcellona raddoppia il suo contratto dal 2017. Qual è la situazione nel mondo del pallone?20 milioni di euro più bonus per quattro anni per vestire col proprio nome Messi e compagni. Una cifra altissima quella che intascheranno i catalani dalla prossima stagione. Se vincerà la Champions 5 milioni in più e 1,5 per la Liga. Qatar Airways...
    Relevant

    Comments

    Giampiero Vilardi
    13/01/2017 #2 Giampiero Vilardi
    #1 Assolutamente si.
    Riccardo Marciani
    13/01/2017 #1 Riccardo Marciani
    Valutazioni fuori mercato per il nostro vecchio e triste campionato.
    I prezzi che pagano gli sponsor li fa il mercato e altri sanno come fare...
  8. ProducerCristina Skarabot
    Monitorare i social media: una guida all’analisi
    Monitorare i social media: una guida all’analisiConosciamo tutti molto bene Google Analytics e Search Console per l’analisi dello stato di salute di un sito web, ma spesso ignoriamo gli strumenti che ci aiutano ad analizzare e monitorare i social media, Facebook in primis. Sono diversi i tool –...
    Relevant
  9. ProducerbeBee in Italiano
    Costruire un Personal Brand di successo con beBee
    Costruire un Personal Brand di successo con beBeeLe nuove tecnologie hanno cambiato radicalmente il modo in cui instauriamo delle relazioni, ma anche come conosciamo gente nuova o ancora il modo in cui accediamo alle informazioni e persino in cui apprendiamo. I professionisti hanno dovuto...
    Relevant

    Comments

    Marina Trentini
    10/01/2017 #2 Marina Trentini
    Questo articolo mi da alcune idee in più su questo nuovo social...
    Davide Caretti
    09/01/2017 #1 Davide Caretti
    Concetto interessante quello del Personal Brand. Qui di sicuro ci si pupo esprimere liberamente, ed è gia un grosso passo avanti. Vedo meno barriere rispetto ad altri social.
  10. ProducerAnnalisa Stamegna
    Sette idee regalo per persone creative
    Sette idee regalo per persone creativeVisto che siamo vicini al Natale e c'è la corsa agli ultimi regali, ecco cosa abbiamo suggerito su www.ilsocialblog.it per i nostri utenti.Un quaderno delle idee. Abbiamo parlato qui dell’importanza di averne sempre uno in borsa: dovesse mai...
    Relevant

    Comments

    Giampiero Vilardi
    20/12/2016 #4 Giampiero Vilardi
    @Patrizia Rossini e @Riccardo Marciani: Sappiate che @Annalisa Stamegna è una top blogger...quindi i suoi articoli in producer rispecchiano la qualità dei suoi lavori.
    Per tutti coloro che volessero approfondire: http://ilsocialblog.it/
    Annalisa Stamegna
    20/12/2016 #3 Annalisa Stamegna
    #1 #2 grazie! 😊
    Patrizia Rossini
    20/12/2016 #2 Patrizia Rossini
    Ottima idea regalo e @Riccardo Marciani ha ragione. Fatto bene, godibile davvero!
    Riccardo Marciani
    20/12/2016 #1 Riccardo Marciani
    Ciao @Annalisa Stamegna. Al di là della bella idea regalo vorrei farti i complimenti perché il tuo mi pare il miglior articolo della giornata in italiano che leggo. Complimenti!
  11. ProducerLuigi Russo

    Luigi Russo

    20/12/2016
    Attenzione alla truffe online natalizie, ecco come scoprirle
    Attenzione alla truffe online natalizie, ecco come scoprirleSiamo sotto natale e, come da tradizione, è periodo di regali per tutti noi. In milioni oramai si affidano al potente strumento di “internet” per prenotare il regalo da fare alla fidanzata, fidanzato, al parente, all’amico etc e per "compensare"...
    Relevant

    Comments

    Luigi Russo
    23/12/2016 #2 Luigi Russo
    #1 prego :)
    Elisa Graziano
    20/12/2016 #1 Elisa Graziano
    Ottimi consigli @Luigi Russo! Grazie mille!
  12. ProducerCristina Skarabot
    Social media e ecommerce: come integrarli per ottenere di più.
    Social media e ecommerce: come integrarli per ottenere di più.Molti social media manager si caratterizzano per la passione nella redazione di lunghi e articolati post per Facebook, Instagram, Twitter e Google+ trascurando l’analisi e l’attenzione ai risultati in termini di incremento delle vendite e del...
    Relevant

    Comments

    Cristina Skarabot
    22/12/2016 #2 Cristina Skarabot
    #1 Grazie non solo ho aperto il sito Comunicare Social Media per supportare le aziende nella loro presenza sul web. (www.comunicaresocialmedia.it).
    Michele Basile
    16/12/2016 #1 Anonymous
    Molto interessante e mi pare di vedere che hai rinnovato l'estetica del tuo blog! Complimenti @Cristina Skarabot!
  13. ProducerStefania Boleso

    Stefania Boleso

    09/12/2016
    Il fattore critico di successo del Retail
    Il fattore critico di successo del RetailÈ stato un Black Friday da record, lo avete letto tutti: secondo un report rilasciato da Adobe, le vendite online hanno raggiunto la cifra 3,34 miliardi di dollari, con una crescita del 21,6% rispetto allo scorso anno.Anche l’Italia non è stata da...
    Relevant
  14. ProducerDaniele Tarenzi

    Daniele Tarenzi

    12/12/2016
    Agenda Digitale: Italia ancora terzultima in Europa
    Agenda Digitale: Italia ancora terzultima in EuropaL’Agenda Digitale italiana è entrata nelle fasi più calde. Il Governo ha nominato un commissario straordinario per accelerarne l’attuazione. Dopo anni di continue riduzioni, nel 2015 la spesa in tecnologie digitali della Pubblica Amministrazione è...
    Relevant

    Comments

    Mario Vittorio Guenzi
    16/12/2016 #3 Mario Vittorio Guenzi
    #2 @Davide Caretti e i risultati li stiam vedendo purtroppo.
    Per altro sarei curioso di sapere se nelle altre nazioni un azienda che puo' essere anzi che e' critica per la difesa nazionale sia privata, e' anche vero che ormai si assumono le compagnie di contractors (quando ero giovane si chiamavano mercenari o orridi, il politically correct e' ovunque) come appoggio alle forze armate nei teatri di combattimento, quindi nulla di strano a pensarci bene.
    Davide Caretti
    15/12/2016 #2 Davide Caretti
    #1 Verissimo. Ma credo sia stata una delle peggiori privatizzazioni della storia mondiale!
    Mario Vittorio Guenzi
    12/12/2016 #1 Mario Vittorio Guenzi
    Paradossalmente son convinto che la privatizzazione di telecom e i successivi cambi di management e di proprieta' societaria sia una delle cause maggiori d questo ritardo
  15. ProducerCristina Skarabot
    Natale e ecommerce: come ottenere il massimo grazie ai social media
    Natale e ecommerce: come ottenere il massimo grazie ai social mediaLo shopping natalizio di questo 2016 si farà online abolendo le tradizionali corse agli acquisti tra negozi pieni e persone indecise. Lo shopping si farà infatti online comodamente seduti sul divano di casa a vagliare offerte di negozi reali o...
    Relevant

    Comments

    Patrizia Rossini
    09/12/2016 #3 Patrizia Rossini
    #2 Anch'io! A volte non vorrei...ma è proprio così! ;)
    Maria Fonseca
    07/12/2016 #2 Maria Fonseca
    Io preferisco Instagram, ma anche FB a volte mi prende. Credo più la pubblicità su facebook. Insomma, ci hai preso al 100%!
    Maria Fonseca
    07/12/2016 #1 Maria Fonseca
    Sicuramente influiscono e molto. Possono dare delle idee e credo che dipenda anche dai molti indizi che diamo sui social, per cui i messaggi pubblicitari sono mirati a determinati profili.
  16. ProducerCopy Writer

    Copy Writer

    05/12/2016
    Copywriter Maka Language Consulting
    Copywriter Maka Language Consultingcopy writer Milano: Luca Bartoli, art director: Andrea Vitali.But do you want to put? [ma vuoi mettere?]Door a friend. [porta un amico] maka language consulting è un partner globale per la comunicazione in lingua straniera che progetta, crea ed...
    Relevant
  17. ProducerNuove Abitudini

    Nuove Abitudini

    05/12/2016
    12 trucchi usati dai negozi per farci comprare di più (soprattutto durante le Festività)
    12 trucchi usati dai negozi per farci comprare di più (soprattutto durante le Festività)Viviamo circondati da pubblicità e da strategie di marketing così ben camuffate che nemmeno ce ne rendiamo conto. Soprattutto durante le Feste, siamo spinti a acquistare sempre di più, anche quando non ne avremmo bisogno. Conoscere le strategie...
    Relevant

    Comments

    Nuove Abitudini
    05/12/2016 #4 Nuove Abitudini
    #1 Giusto @Riccardo Marciani!! Grazie! Mi dispiace un po' per questi commessi sempre sotto pressione, soprattutto durante le Feste!
    Nuove Abitudini
    05/12/2016 #3 Nuove Abitudini
    #2 @Elisa Graziano grazie mille!!
    Elisa Graziano
    05/12/2016 #2 Elisa Graziano
    Molto chiaro e utile! Bello leggere anche il blog di una personal organizer! Buona serata!
    Riccardo Marciani
    05/12/2016 #1 Riccardo Marciani
    Salve @Nuove Abitudini. Non conoscevo il blog e mi pare davvero molto interessante. I trucchetti descritti funzionano eccome. un'altro strumento (che peraltro si collega ad alcuni da te descritti) è il pressing del personale direttamente nei vari reparti. Esempio: in profumeria a Natale ci sono il triplo degli impiegati che spingono a manetta per farci comprare prodotti mooolto cari. Grazie mille!
  18. ProducerDaniele Tarenzi

    Daniele Tarenzi

    05/12/2016
    MERCATO DIGITALE DEL TURISMO CRESCE DELL’8% E VALE 10,3 MILIARDI DI EURO
    MERCATO DIGITALE DEL TURISMO CRESCE DELL’8% E VALE 10,3 MILIARDI DI EUROAl termine del 2016 il valore degli acquisti per Turismo e viaggi in Italia, che comprende quelli effettuati da italiani lungo la penisola o all’estero e da stranieri in Italia, supererà i 52 miliardi di euro, con una crescita del 3% rispetto al...
    Relevant

    Comments

    Daniele Tarenzi
    06/12/2016 #2 Daniele Tarenzi
    Hai ragione, @Davide Caretti. Sto cercando proprio delle previsioni; spero di aggiornarvi presto anche su questo fronte. Grazie intanto!
    Davide Caretti
    05/12/2016 #1 Davide Caretti
    Grazie mille per la condivisione di chestorie. Molto molto interessanti questi dati, che tra l'altro denotano una tendenza che è destinata a crescere esponenzialmente nei prossimi anni.
  19. Ugo Santosuosso

    Ugo Santosuosso

    01/12/2016
    Startup, queste sconosciute.
    Me lo sono sempre chiesto: "a forza di avviarsi (startup), quando andranno a regime ?" ammesso poi non si spengano, come facevano i vecchi motori di una volta, appena si smette di tenere l'aria tirata.
    Nuove idee OK, nuovi prodotti, OK anche questi, ma quanti poi restano sul mercato ? E soprattutto: ci si riesce a portare a casa "il pane" ( e magari un pezzo di formaggio e di salame ) una volta che sono finiti gli incentivi ?
    Ugo Santosuosso
    Quand'è che una startup smette di essere una startup? - Wired
    www.wired.it Fino a quando possiamo utilizzare il termine startup per descrivere un'azienda innovativa? Ecco cosa ne pensano economisti e...
    Relevant

    Comments

    Riccardo Marciani
    01/12/2016 #9 Riccardo Marciani
    @Ugo Santosuosso: In molti casi sarà così. Te lo confermo. Altre realtà si consolideranno.
    Purtroppo, in questi casi i più vulnerabili sono proprio i lavoratori. Chiaramente, se vivi negli USA è un'altra storia. Magari certi brand hanno già un certo prestigio e non rimani disoccupato per molto tempo.
    In Europa, che se devo fare un paragone calcistico è la serie B per le startup, la cosa è molto molto più complessa.
    Ugo Santosuosso
    01/12/2016 #7 Anonymous
    #5 @Riccardo Marciani: grazie! letto! molto interessante.
    La crescita veloce di questo settore, che a quanto pare è disgiunto dal fattore "prodotto", lascia presagire una "bolla inflazionistica", come le tante già viste in pasato ( a partire quella del 1929... )
    Sbaglio ?
    Se così fosse, sarebbe necessario intraprendere ( da parte degli impiegati in questo settore ) dei passi concreti per evitare di rimanere con in mano ben poco.
    Giampiero Vilardi
    01/12/2016 #6 Giampiero Vilardi
    #5 Grazie Riccardo, avevo letto questo e anche un'altro sempre di Wired: http://www.wired.it/economia/start-up/2016/09/21/unicorni-startup-scarafaggi/
    Riccardo Marciani
    01/12/2016 #5 Riccardo Marciani
    Molto interessante. Posso consigliarvi una lettura a questo bell'articolo che chiarisce un'altro aspetto: il valore delle startup.

    http://startupitalia.eu/1083-20160212-rabbit-unicorn-silicon-valley
    Giampiero Vilardi
    01/12/2016 #4 Giampiero Vilardi
    #3 Figurati! ;)
    Ugo Santosuosso
    01/12/2016 #3 Anonymous
    #2 @Giampiero Vilardi: ecco!
    Mi hai chiarito le idee ( confermando quello che intuivo )
    Grazie :)
    Giampiero Vilardi
    01/12/2016 #2 Giampiero Vilardi
    Ciao @Ugo Santosuosso. Posso rispondere per esperienza personale. Sono dentro una startup adesso. Questa lo è vertamente, ma ho lavorato un paio d'anni in una che esiste da 8 anni! Cioé...come possiamo continuare a pensare che sia una startup se dopo OTTO anni ancora non è un'impresa in pieno sviluppo? Io mi vergognavo a dire startup dopo ben 8 anni...

    Un'altro aspetto che analizzi è il tema legato al business. Ci si guadagna? Dipende! Nella maggior parte dei casi (circa il 90% in Sapgna) le startup non sopravvivono ai primi 2/3 anni.
    In altri casi, non c'è un modello di business. Un esempio tipico di quì è Wallapop. In Italia non dice molto ma qui è sulla bocca di tutti. Bene, questi buttano via soldi ogni mese solo per mantenersi e mantenere il personale e la struttura. Hanno ricevuto circa 200 milioni di dollari in poco tempo. Obiettivo? Non chiarissimo, ma credo sia solo VENDERE! Vendere e poi se la sbrighi un'altro a trovare un modo di guadagnarci. O semplicemente infastidisci un grande competitor e ti toglie dal mercato. Speculazione pura insomma...
  20. ProducerStefania Boleso

    Stefania Boleso

    28/11/2016
    La reputazione di un brand si basa sulla coerenza
    La reputazione di un brand si basa sulla coerenzaTempo fa scrissi un post, dal titolo Le tre “C” del marketing, dove raccontavo quelli che a mio avviso erano i requisiti fondamentali per essere un valido marketeer (poi il numero delle “C” è diventato quattro, ma questo è un altro discorso…).Esiste...
    Relevant

    Comments

    Riccardo Marciani
    30/11/2016 #5 Riccardo Marciani
    #4 Senza dubbio!
    Stefania Boleso
    30/11/2016 #4 Stefania Boleso
    #1 Forse è la cosa più difficile da raggiungere, però alla fine essere coerenti paga...
    Enrico Sasso
    29/11/2016 #3 Enrico Sasso
    La coerenza è un valore non sempre contemplato dalle marche e da chi ne cura la strategia di marca. Ma gli utenti/consumatori sono estremamaente sensibili a questo aspetto. Il post di Stefania fa riflettere, ma è chiaro che va nella giusta direzione.
    Elisa Graziano
    29/11/2016 #2 Elisa Graziano
    #1 Verissimo!
    Riccardo Marciani
    29/11/2016 #1 Riccardo Marciani
    Mi piace moltissimo questo post. Mi ero già appassionato a quello delle tre C che citavi. La coerenza à alla base di tutto. Ma tanto tanto difficile da raggiungere...anche a livello di brand.
  21. ProducerDaniele Tarenzi

    Daniele Tarenzi

    21/11/2016
    ECOMMERCE IN ITALIA CRESCE DEL 18% E SFIORA I 20 MILIARDI DI € NEL 2016
    ECOMMERCE IN ITALIA CRESCE DEL 18% E SFIORA I 20 MILIARDI DI € NEL 2016L’eCommerce B2c continua a crescere anche nel 2016: il valore degli acquisti online degli italiani fa segnare un +18% per un giro d’affari che sfiora i 20 miliardi di euro, tra prodotti (9 miliardi) e servizi (10,6 miliardi). Il Turismo si conferma...
    Relevant

    Comments

    Riccardo Marciani
    21/11/2016 #8 Riccardo Marciani
    #7 Certamente @Maria Fonseca! È una questione anche culturale ma vedrai che già dal 2017 il dato sarà in ascesa continua.
    Maria Fonseca
    21/11/2016 #7 Maria Fonseca
    #2 @Riccardo Marciani: io credo che si piangano addosso invece di muoversi e investire.
    Enrico Sasso
    21/11/2016 #6 Enrico Sasso
    #5 Mah, recentemente avevo letto qualcosa sulla tendenza in crescita in Italia. In generale l'e-commerce mondiale è dominato (in fatto di acquisti online nel mercato interno) da Cina e Usa. Ma in Europa Uk, Francia e Germania sono tra i primi 10 al mondo, mentre l'Italia ancora no. Mi pare di ricordare che fosse dietro persino alla Spagna.
    Daniele Tarenzi
    21/11/2016 #5 Daniele Tarenzi
    Vero, @Enrico Sasso. Tu hai evidenza tutte italiane di questo trend in crescita?
    Daniele Tarenzi
    21/11/2016 #4 Daniele Tarenzi
    Hai ragione @Riccardo Marciani. E ho la sensazione che il 2017 sarà un anno fondamentale anche per l'Italia. Vedremo...
    Enrico Sasso
    21/11/2016 #3 Enrico Sasso
    #2 Assollutamente. La tendenza in Italia è appena accennata, ma ci sono paesi in cui l'ecommerce non è un'alternativa o una seconda via di ingressi, ma semplicemente l'unica possibilità percorribile quando si pensa ad un nuovo business.
    Riccardo Marciani
    21/11/2016 #2 Riccardo Marciani
    Le imprese tradizionali e i negozzietti o si adattano o scompariranno quasi tutti presto
    Riccardo Marciani
    21/11/2016 #1 Riccardo Marciani
    Dati interessantissimi e la tendenza sarà sempre in crescita.
  22. ProducerCristina Skarabot
    Tecniche di buona scrittura per un miglior posizionamento su Google
    Tecniche di buona scrittura per un miglior posizionamento su GoogleOggi ottenere il miglior posizionamento su Google è una vera impresa in quanto negli ultimi anni si sono moltiplicate le aziende e i liberi professionisti presenti online e la competizione è diventata davvero agguerrita. Certamente un buon...
    Relevant

    Comments

    Davide Caretti
    17/11/2016 #2 Davide Caretti
    #1 Esatto, mi sa che hai centrato la questione. La qualità dei contenuti è fondamentale e una buona conoscenza SEO anche.
    Maria Fonseca
    17/11/2016 #1 Maria Fonseca
    In pratica molta abilità da parte di chi scrive per non pensare solo a posizionarsi, ma mantenere alta e interessante la qualità di quello che si propone ai lettori.
  23. ProducerbeBee in Italiano
    BeBee - Engagement through passions
    BeBee - Engagement through passionsCoinvolgere grazie alle proprie passioniSe dovessi dare una definizione breve e univoca di alcuni social in poche parole direi:Facebook per la famiglia e gli amiciLinkedIn per riunire contatti professionali e trovare offerte di lavoroTwitter per...
    Relevant

    Comments

    Ximo Perez
    24/11/2016 #8 Ximo Perez
    Grazie!!!
    Luca Diaz
    16/11/2016 #7 Luca Diaz
    Wow! Davvero interessante! Sono nuovo in Bebee e mi sembra davvero una piattaforma completa e piena di informazioni utili!
    Giampiero Vilardi
    16/11/2016 #6 Giampiero Vilardi
    #3 @Davide Caretti: grazie mille! La tua osservazione è perfetta e riassume molte cose che contraddistinguono beBee! Ci fa molto piacere che sia chiaro questo punto. Saluti!
    Davide Caretti
    16/11/2016 #3 Davide Caretti
    #2 Sì, condivido anche il concetto di mondo professionale più aperto. Ovviamente, ognuno è libero di esporre i propri interessi provati come e quando vuole. Però non disdegno l'idea di porporre link utili o scrivere io stesso per dimostrare la mia professionalità e creare relazioni con gente del settore. Tra l'altro era impensabile per me prendere contatto così facilmente con gente che scrive su bebee e proviene da ogni parte del mondo. Io credo che questo sia un punto forte a favore di questo social. Non ci sono barriere e posso seguire tutti, senza aspettare (come su Linkedin) che la persona accetti una richiesta di contatto. Poi, giustamente, se qui una persona mi segue posso comunicare anche in privato con lui.
    Patrizia Rossini
    16/11/2016 #2 Patrizia Rossini
    Si, in effetti mi piace poter parlare con chi voglio e dirigermi a chi voglio, ma sempre potendo condividere le mie passioni!
  24. Riccardo Marciani
    Marketing virale e messaggi trash...le tre S di Arianna Rossi
    Riccardo Marciani
    Trash-mania: perchè il marketing virale è spesso di cattivo gusto
    ariannarossiwebmarketing.it Il marketing virale è sempre meno in voga, almeno sulla carta, ma la tendenza trash è in crescita. Esempi e riflessioni in merito al "purché se ne...
    Relevant

    Comments

    Enrico Sasso
    16/11/2016 #2 Enrico Sasso
    #1 Si, proprio pessimo! Comunque ne esistono di davvero belle e per nulla volgari. Il problema, a volte, sta nel fatto che molte piccole agenzie di comunicazione cercano di copiare un modello di pubblicità senza capirne a fondo i meccanismi. Il risultato spesso è mediocre (se va bene) o penoso.
    Flavia Grasso
    16/11/2016 #1 Flavia Grasso
    Beh...c'è trash e trash...Cioé quella della foto è terribile!
  25. ProducerAlessandro Fabris
    Quale autobus bisogna prendere?
    Quale autobus bisogna prendere?Questa settimana discutevo con un collega a proposito di un mercato dove da qualche tempo cercavamo un' opportunità per costruire una rete distributiva, dopo un anno abbiamo trovato un partner, neppure il tempo di iniziare ed ecco che si presenta...
    Relevant

    Comments

    Alessandro Fabris
    14/11/2016 #2 Alessandro Fabris
    Giampiero... giusto quello dei colloqui é uno dei momenti....#1
    Giampiero Vilardi
    11/11/2016 #1 Giampiero Vilardi
    Molto bello l'articolo @Alessandro Fabris! Concordo sui 3 momenti chiace che elenchi. Infondo, non so se sei d'accordo, ma vale proprio come metafora in molte occasioni nella vita. Per esempio, quando magari cerchiamo un'opportunità lavorativa e facciamo 2 colloqui. Grazie mille
See all