logoSign upLog in
Buzzes
  1. ProducerLuca Scialò

    Luca Scialò

    20/01/2017
    De Luca fa tremare il Pd: fonda un suo partito con personaggi di centro-destra
    De Luca fa tremare il Pd: fonda un suo partito con personaggi di centro-destraDopo il 41% preso alle europee grazie a Renzi, il Pd da allora è diventato un tutti contro tutti. D’altronde, ogni cosa ha un suo prezzo. Anche il successo. E così sono nate correnti, malumori, fuoriusciti. Ma fin quando ad uscire dal Pd sono...
    Relevant
  2. ProducerLuca Scialò

    Luca Scialò

    19/01/2017
    Apple a Napoli, altro bluff di Renzi: paghiamo quasi tutto noi
    Apple a Napoli, altro bluff di Renzi: paghiamo quasi tutto noiMatteo Renzi ha cercato di trasformare anche l’apertura di un’Academy di Apple in quel di Napoli, come un megaspot a proprio vantaggio. Quando in realtà a lui non è ascrivibile alcun merito, visto che la location è stata scelta volontariamente e...
    Relevant
  3. Enrico Sasso

    Enrico Sasso

    20/12/2016
    Cioé presidente di che? E questo deficente è pure Ministro...Siamo alla frutta!
    Enrico Sasso
    Brunetta richiama giornalista Sky: 'Mi chiami presidente o professore'
    video.repubblica.it Alterco in diretta tra Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, e Stefania Pinna, giornalista di Sky Tg24. Brunetta,...
    Relevant

    Comments

    Giampiero Vilardi
    20/12/2016 #8 Giampiero Vilardi
    #7 @Ugo Santosuosso: ahahaha...censurare...Na statua ti faccio! Me lo vado a vedere sto libro, grazie Ugo!
    Ugo Santosuosso
    20/12/2016 #7 Anonymous
    @Mario Vittorio Guenzi, lo so, lo so... e mica solo lui!
    Consiglio a te e tutti quanti vogliano leggerselo, un libello tragicomico, fluido, scritto ottimamente e con solide basi scientifiche intitolato
    " Psicopatologia della carriera universitaria " [ amministratori non mi censurate per questo, non ci guadagno nulla! ] che spiega molto delle dinamiche dei formatori delle future classi culturali/dirigenziali della nazione - quella che ai suoi tempi veniva chiamata "nomeklatura".
    Secondo me, e' illuminante!
    Mario Vittorio Guenzi
    20/12/2016 #6 Mario Vittorio Guenzi
    #5 @Ugo Santosuosso
    ete pensa che Il Sig. Brunetta e' stato anche professore universitario di economia, quindi ha formato delle menti e questo spiega molte delle cose storte che si vedono in giro a mio avviso.
    Ugo Santosuosso
    20/12/2016 #5 Anonymous
    E' il classico esempio della mentalità "borbonica" ( senza alcuna riferimento oppure offesa per la casa Reale Spagnola ) che affligge gran parte delle persone italiane e che veniva gia' descritta dal Manzoni nei Promessi Sposi: l'incontro dei due cavalieri che pur di pretendere il diritto di saluto, scomodano la propria ascendenza fino alla ennesima generazione. Se la mentalità media dei cittadini è questa ( e non è cambiata negli ultimi 250 anni )....... :|
    Giampiero Vilardi
    20/12/2016 #4 Giampiero Vilardi
    #3 Confermo @Enrico Sasso. Anche se la situazione politica non è che sia delle migliori...
    Enrico Sasso
    20/12/2016 #3 Enrico Sasso
    #2 Si @Mario Vittorio Guenzi rappresenta proprio una certa parte d'Italia. La parte arrogante e ignorante che ci ha condotto a questo punto. La parte che costringe gente come te a pensare di dover andar fuori per riuscire a trovare gratificazione e correttezza nelle relazioni. La Spagna non sarà il paradiso, ma c'è più civiltà malgrado la corruzione.
    Qui siamo a livelli incredibili e vergognosi.
    Mario Vittorio Guenzi
    20/12/2016 #2 Mario Vittorio Guenzi
    @Enrico Sasso
    ho ascoltato adesso, non posso che essere d'accordo con te, ma secondo me stiamo gia' pagando il conto e la frutta e' andata.
    Questo "elemento" (che per altro per motivi del tutto personali disprezzo da molto tempo) e' stato eletto dal popolo, e' stato votato, quindi per induzione logica rappresenta una certa parte di popolo.
    Io ho fatto la mia parte in passato per questo paese, e son sempre stato orgoglioso di rappresentare l'Italia, oggi mi vergogno di essere italiano, mi vergogno di chi ci rappresenta e ci governa, mi vergogno della mia stessa gente.
    Non mi pare per niente strano che sto lavorando con tutte le mie forze per andare a finire i miei anni in Spagna, o magari anche un po prima se capita l'occasione.
    Enrico Sasso
    20/12/2016 #1 Enrico Sasso
    @Mario Vittorio Guenzi, ma hai sentito sto idiota?
  4. Fabio Marzocca

    Fabio Marzocca

    15/12/2016
    “Le persone intemperanti che perseguono la propria gratificazione, sono facili prede degli adulatori” (Aristotele – Etica a Nicomaco).
    Fabio Marzocca
    L’adulatore del popolo
    www.fabiomarzocca.com Abbiamo assistito (e purtroppo continueremo ad assistere per lungo tempo ancora) a una pericolosa decadenza dei toni di battaglia politica all'interno del nostro...
    Relevant
  5. Giampiero Vilardi
    Come sempre molto molto interessante....Grande Flora!
    Referendum: Dati, Analisi, Silenzio e Temi
    Referendum: Dati, Analisi, Silenzio e Temi E così anche questa volta ci avevo preso, ben prima dei primi Exit Poll. Una votazione importante per la Data Science e che porta a galla le ragioni del SIÌ...
    Relevant

    Comments

    Mario Vittorio Guenzi
    07/12/2016 #5 Mario Vittorio Guenzi
    adoro i sondaggisti e il oro modo di fare, io almeno sono sincero e dico che ilpiu' delel volte faccio voodoo per far funzionare le cose, e so che ogni volta e' un salto da 5,000 m in TCL e senza sapere se il paracadute si aprira'
    Michele Basile
    07/12/2016 #4 Anonymous
    Verissimo @Enrico Sasso...sono gli stessi che dicevano che analizzando i social si vedeva chiaramente che avrebbe vinto la Clinton!
    Enrico Sasso
    07/12/2016 #3 Enrico Sasso
    Comunque mi pare che ora facciano tutti i fenomeni. I sondaggi hanno sbagliato di tutto e di più e ORA....vengono tutti a fare gli splendidi.
    Cavolo, era facilissimo in questo caso e per di più era un Si o un NO...mica vedere tra centomila partitini come avviene normalmente!
    Enrico Sasso
    07/12/2016 #2 Enrico Sasso
    #1 Ahahah...fa proprio ridere già solo l'idea! Per info possono passare da Kim Jong Un!
    Mario Vittorio Guenzi
    06/12/2016 #1 Mario Vittorio Guenzi
    normare il silenzio elettorale online?
    UA UA UA UA
    rotfl!!!!!
  6. Giampiero Vilardi
    Giusto per capirci qualcosa nel caos generale...
    Giampiero Vilardi
    Cosa succede adesso, dopo la vittoria del No al referendum costituzionale
    www.fanpage.it Renzi ha annunciato le sue dimissioni, ma come evolverà la situazione? Proviamo a fare qualche...
    Relevant

    Comments

    Michele Basile
    07/12/2016 #7 Anonymous
    #6 Speravo ti sarebbe piaciuto. Sono d'accordissimo sulla malafede...TOTALMENTE D'ACCORDO!
    Mario Vittorio Guenzi
    07/12/2016 #6 Mario Vittorio Guenzi
    #5 bellissimo il video, io son velenoso ma l'autore lo e' piu' di me per altro se credi che sia stato un po estremo, ti giuro su quanto ho di piu' caro che mi son trattenuto perche' comunque sono in pubblico e non tra amici.
    Non sono incacchiato, sono proprio fuori dalla grazia di Dio, posso accettare obtorto collo l'ignoranza ma non posso ne voglio accettare la malafede e a mio avviso ce n'e' parecchia, anzi direi c'e' solo quella e sfido chiunque a smentirmi ma coi fatti.
    Michele Basile
    07/12/2016 #5 Anonymous
    @Mario Vittorio Guenzi. Fai un discorso un po' estremo ma in gran parte condivisibile. Sei incacchiato e lo capisco.
    A monte credo ci sia il problema dela rappresentatività. Questo modello che ci spacciano per demmocratico non lo è affatto. Gli USA che ci fanno credere siano il regno della democrazia sono la patria dell'ingiustizia sociale, con evidenti problemi etnici e razziali irrisolti.
    Un amico mi ha passato da poco questo video MOLTO chiaro sul tema democrazia: https://www.youtube.com/watch?annotation_id=annotation_1746900887&feature=iv&src_vid=UoP_mSIHqTY&v=k8vVEbCquMw

    È in spagnolo ma si possono attivare i sottotitoli anche in italiano.
    Mario Vittorio Guenzi
    06/12/2016 #4 Mario Vittorio Guenzi
    #3 premesso che nutro seri dubbi sulla capacita' della classe politica nostrana, quello che ormai non riesco a digerire in nessuna maniera e' un fatto estremamente semplice, vale a dire io ti voto perche' tu mi rappresenti e faccia i miei interessi, posso anche ammettere anzi lo faccio tranquillamente di non avere conoscenze di economia superiore, ma il normale buon senso quello l'ho e vedo come tutti voi per altro delle storture che non stanno ne in cielo ne in terra, faccio un esempio sciocco ma che rende l'idea, Milano strade conciate da schifo, scarichi sui marciapiedi pieni di foglie e schifezze che quando piove si allaga in 10 minuti, il comune non interviene non perche' non ci siano i fondi, ma perche' usandoli si andrebbe fuori dal patto di stabilita',
    Chi e' quel demente che ha accettato una cosa del genere? era sotto effetto di PCP o e' proprio demente di suo? E non venitemi a raccontare idiozie sul fatto del bene superiore che i soldi servono per cose piu' importanti ed emergenze potrei diventare davvero violento.
    A mio avviso questa gente NON ripeto NON ci stanno tutelando o meglio non stanno tutelando la popolazione e li vedo come dei traditori della patria ne piu' ne meno.
    A scanso di equivoci parlo dell'intero arco parlamentare tutti i 180° e a scendere regioni, comuni,provincie etc.
    Ugo Santosuosso
    05/12/2016 #3 Anonymous
    @Mario Vittorio Guenzi: vorrei puntualizzare una cosa: non è che queste figure non siano in grado di cambiare alcunché, magari hanno anche la capacità oppure no, quello che manca è la volontà di farlo.
    Ricorda quello che diceva Tommasi di Lampedusa nel "Gattopardo" già nel 1800: "tutto cambia affiché niente cambi".
    Il mantenimento dello Status Quo è il perno, lo zoccolo duro, il Kernel che ci caratterizza come società e come popolo.
    Le conseguenze sono ovvie.
    Flavia Grasso
    05/12/2016 #2 Flavia Grasso
    #1 Esatto @Mario Vittorio Guenzi. Non pare ci sia luce in fondo al tunnel. e i le figure che vedo all'orizzonte sono assolutamente inadeguate per qualsivoglia tentativo di cambiamento ad una società più giusta e consapevole.
    Mario Vittorio Guenzi
    05/12/2016 #1 Mario Vittorio Guenzi
    cosa succede?
    e' molto semplice, adesso sappiamo chi abusera' di noi nel prossimo periodo, sino a domenica c'era il dubbio se saremmo stati violentati dai cialtroni storici ed istituzionali italiani o se invece sarebbero stati i nuovi cialtroni e i cialtroni europei, adesso il dubbio e' sciolto.
    Mi rendo conto che sono ormai al di la' dell'amarezza e anche del disgusto, e quello che ancora piu' mi disgusta e' che non abbiamo un unita' popolare ne delle figure in grado di cambiare di una virgola tutto cio'
  7. antonio iacone

    antonio iacone

    09/11/2016
    antonio iacone
    Relevant
  8. Chiara Randazzo

    Chiara Randazzo

    24/10/2016
    Pare prevalga il NI! Troppi indecisi per sapere davvero chi vincerà...almeno io la penso così
    Chiara Randazzo
    Referendum costituzionale, chi vince? Gli ultimi sondaggi - Panorama
    www.panorama.it Solo una delle rilevazioni indica il Sì davanti; per le altre è il No a prevalere. L'importanza degli...
    Relevant
  9. Giampiero Vilardi
    Dichiarazioni e video di Benigni sul referendum
    Giampiero Vilardi
    Benigni: "Al referendum indispensabile che vinca il sì" - Politica
    www.ansa.it Intervistato dalle 'Iene' ribadisce la propria posizione: "Anche i padri costituenti parlavano di miglioramento della seconda...
    Relevant
  10. Ornella Gianesin

    Anonymous

    08/08/2016
    Ornella Gianesin
    Giovani e anziani: a chi tocca la povertà?
    nuvola.corriere.it di Innocenzo Cipolletta Un tempo si sarebbe detto "povero vecchio!", ormai bisognerebbe dire "povero giovane!". La povertà sta caratterizzando sempre più i giovani. Già nel 2014, secondo l'ISTAT oltre l'8% dei giovani (18–34 anni) versava in...
    Relevant
  11. Ornella Gianesin

    Anonymous

    08/07/2016
    Ornella Gianesin
    Scuola, prof assunti "per competenze". In classe non si entra più per anzianità
    www.repubblica.it Rivoluzione nelle scuole: Miur e sindacati siglano l'accordo. Ogni istituto pubblicherà i quattro requisiti richiesti per assegnare una...
    Relevant

    Comments

    Davide Caretti
    08/07/2016 #1 Davide Caretti
    Mi sembra un buon approccio, che punta ad avere nelle scuole insegnanti di qualità che si aggiornano. L'anzianità non dovrebbe essere l'unico criterio da tener presente, dato che può favorire docenti con esperienza, ma che non si aggiornano, a discapito di neolaureati più competenti che per anzianità non possono accedere all'insegnamento.
  12. Enrico Sasso

    Enrico Sasso

    04/07/2016
    Italiani pessimisti sulla ripresa, ma l’«Italexit» non piace
    http://bit.ly/29aIhi3
    Enrico Sasso
    Relevant

    Comments

    Riccardo Marciani
    04/07/2016 #6 Riccardo Marciani
    #4 Hai ragione, @Mario Vittorio Guenzi, citi uno degli esempi più eclatanti di "pasticcio (per non dire altro) all'italiana".
    Mario Vittorio Guenzi
    04/07/2016 #5 Mario Vittorio Guenzi
    #2 @Davide Caretti Ha assolutamente ragione basta vedere i nostri rappresentanti politici son sempre loro inossidabili :)
    Mario Vittorio Guenzi
    04/07/2016 #4 Mario Vittorio Guenzi
    #1 @Riccardo Marciani non sono pochi per niente si parla di 1/3 circa anche se son convinto che le cifre siano diverse, comunque non c'è pericolo, la nostra costituzione proibisce un referendum in tal senso, ma anche lo permettesse, abbiamo ampiamente visto come l'opinione del popolo sia tenuta in considerazione nel nostro paese, 1 esempio per tutti il finanziamento ai partiti che il giorno dopo è diventato rimborso spese, ma ce ne sono altri e lo sappiamo tutti.
    Davide Caretti
    04/07/2016 #2 Davide Caretti
    #1 È vero, @Riccardo Marciani, ma sappiamo bene che i sondaggi spesso non riflettono la realtà. Ho la senzazione che in Italia in generale ci si lamenti di tutto, ma poi prevalgono decisioni volte a mantenere la situazione attuale. Siamo restii al cambiamento.
    Riccardo Marciani
    04/07/2016 #1 Riccardo Marciani
    L'"Italiexit" non piace, ma comunque non mi sembra bassa la percentuale di italiani favorevoli all'uscita dall'Ue che si segnala nell'articolo.
  13. ProducerRiccardo Marciani
    La Brexit e la politica italiana
    La Brexit e la politica italianaNon sono un esperto in politica, ma mi appassiona la questione della Brexit e credo che sia interessante dibattere sugli effetti politici che potrà avere in Italia.Proprio oggi si terrà la prima riunione -a ventisette e non a ventotto- dei capi di...
    Relevant

    Comments

    Riccardo Marciani
    29/06/2016 #4 Riccardo Marciani
    #3 sono d'accordo con te @Mario Vittorio Guenzi, moltissime persone si lamentano della nostra classe politica, ma credo, come dici tu, che quest'ultima sia lo specchio della società.
    Mario Vittorio Guenzi
    29/06/2016 #3 Mario Vittorio Guenzi
    @Riccardo Marciani in 4 parole "tutto il male possibile" definire vergognosa la nostra classe politica e' riduttivo, anzi e' quasi fargli un complimento. Di contro sono i nostri rappresentanti, da noi eletti, quindi sono lo specchio della nostra societa' e cultura attuale, quindi per logica conseguenza siamo vergognosi come popolo e abbiamo i politici/governanti che ci meritiamo. Non e' un caso se molta gente della mia eta' (io tra loro) sta pianificando l'andarsene da qui, non e' solo una questione di soldi che comunque come dicevo solo ieri, non bastano quasi piu' e mai nonostante si stia sempre attenti, e' tutta una serie di cose, di comportamenti a 360° che ti fan venire la voglia di fare lo straniero in terra straniera dove se ti comporti decentemente vieni decentemente ed educatamente trattato.
    Riccardo Marciani
    29/06/2016 #2 Riccardo Marciani
    #1 Sono d'accordo, @Enrico Sasso. Cosa ne pensi, @Mario Vittorio Guenzi?
    Enrico Sasso
    29/06/2016 #1 Enrico Sasso
    Sì, @Riccardo Marciani, indubbiamente abbiamo assistito a un cambio di rotta nei toni di alcuni partiti (5 stelle), forse perché può risultare favorevole a livello istituzionale.
  14. Enrico Sasso

    Enrico Sasso

    27/06/2016
    Enrico Sasso
    L'Italia spende ancora troppo per la Pubblica Amministrazione
    economia.ilmessaggero.it (Teleborsa) - Nonostante le politiche di austerity la Pubblica Amministrazione (PA) italiana continua a spendere troppo per l'acquisto di beni...
    Relevant

    Comments

    Mario Vittorio Guenzi
    27/06/2016 #6 Mario Vittorio Guenzi
    #5 @Riccardo Marciano si cosa che ogni volta che sento mi trasforma in un elicottero tanto me le fa girare, esattamente come il sentire quando beccano qualcuno con tangenti/corruzioni & derivati, ma c'e' un altra cosa che mi da un bel po fastidio ed e' che ad esempio i primari (almeno alcuni) hanno una sorta di percentuale sui risultati raggiunti dal reparto, una specie di premio di produzione. Ecco anche questa la digerisco male e ovviamente parlo a livello personale.
    Riccardo Marciani
    27/06/2016 #5 Riccardo Marciani
    @Mario Vittorio Guenzi, credo che il problema che poni sia serio perché riguarda quei tagli al personale sanitario che hanno provocato gravi deficienze al servizio ai pazienti. Credo che sia necessario ridurre la spesa della sanità pubblica, ma su un altro versante, per esempio ottimizzando i costi delle forniture: sappiamo fin troppo bene che gli stessi strumenti non hanno lo stesso prezzo in tutta Italia...
    Mario Vittorio Guenzi
    27/06/2016 #4 Mario Vittorio Guenzi
    @Riccardo Marciani sulla sanità ci sarebbe molto da dire, e' senza dubbio vero che ci sian delle situazioni da condannare senza remore, e' altrettanto vero che pero' e qui son coinvolto direttamente che per esempio mia moglie che lavora nella sanita' spesso molto spesso "troppo" spesso dopo aver fatto il turno di notte subito dopo lo smontante si vede affibbiare un altro turno di servizio perche' non c'e' abbastanza personale. La cosa e' davvero molto complessa, non avrei mai creduto che potessero esistere simili dinamiche sin che non ci son finito dentro.
    Enrico Sasso
    27/06/2016 #3 Enrico Sasso
    #2 Hai usato la parola giusta, @Riccardo Marciani: coraggioso. Peccato che in questo senso il governo si stia muovendo timidamente.
    Riccardo Marciani
    27/06/2016 #2 Riccardo Marciani
    L'ingente spesa della PA è uno dei grandi problemi del nostro Paese e frena notevolmente lo sviluppo economico. È vero, come dice l'articolo, che la situazione sta migliorando, anche se lentamente, ma occorre attuare un piano coraggioso di risanamento dell'amministrazione pubblica, soprattutto della sanità.
  15. Davide Caretti

    Davide Caretti

    27/06/2016
    Davide Caretti
    Contro la logica del 'tanto non cambia niente', cari giovani siate militanti - Il Fatto Quotidiano
    www.ilfattoquotidiano.it Nel 1956 – avevo 16 anni ed era l’anno in cui i carri armati sovietici soffocarono la rivolta dell’Ungheria – mi iscrissi al Partito socialista italiano. Negli anni dell’Università sono stato uno dei “Cinquantottini” (è il titolo di un recente libro...
    Relevant

    Comments

    Riccardo Marciani
    27/06/2016 #1 Riccardo Marciani
    Articolo molto interessante @Davide Caretti sul "mondo degli astenuti". È vero che i casi di corruzione, mala sanità, cattiva amminstrazione, leggi fatte su misura a protezione di determinate categorie e altri scandali di varia natura affievoliscono l'impegno politico e civile delle nuove generazioni e alimentano il populismo, ma per quanto mi riguarda, devo dire che la mia cerchia di conoscenze è piuttosto attiva e partecipativa in tal senso.
  16. ProducerDavide Caretti

    Davide Caretti

    24/06/2016
    Brexit: che succede adesso?
    Brexit: che succede adesso?Oggi l'Unione Europea ha avuto un amaro risveglio. A dispetto dei sondaggi che davano in lieve vantaggio il Remain, alla fine è prevalso il Leave per poco più di un milione di voti. Che cosa succede adesso? Il processo di uscita dall'Ue dovrebbe...
    Relevant

    Comments

    Davide Caretti
    24/06/2016 #2 Davide Caretti
    #1 Capisco il tuo interrogativo, @Riccardo Marciani. Mi chiedo anche se questo risultato avrà efetti anche sulle prossime elezioni americane.
    Riccardo Marciani
    24/06/2016 #1 Riccardo Marciani
    Sí, @Davide Caretti, L'Europa ha avuto decisamente un amaro risveglio. Mi preoccupa l'effetto domino che può avere il risultato del voto sull'Unione. Ci sarà una nuova crisi economica?
  17. Enrico Sasso

    Enrico Sasso

    24/06/2016
    Enrico Sasso
    Mobilità, verso la trasformazione digitale delle infrastrutture
    www.edilportale.com 24/06/2016 – La trasformazione digitale delle infrastrutture italiane è una priorità del Ministero delle Infrastrutture e dei...
    Relevant

    Comments

    Davide Caretti
    24/06/2016 #1 Davide Caretti
    Ci si augura che non siano solo buone intenzioni, ma che venga meso in atto un serio piano di digitalizzazione delle infrastrutture a breve termine.
  18. Enrico Sasso

    Enrico Sasso

    23/06/2016
    Enrico Sasso
    Le nostre banche hanno i costi più elevati in Ue
    it.finance.yahoo.com Sebbene negli ultimi anni siano diminuiti, l’Ufficio studi della CGIA segnala che i costi strutturali del nostro sistema bancario rimangono i più elevati d’Europa. Se si calcola l’incidenza delle spese...
    Relevant
  19. Davide Caretti

    Davide Caretti

    23/06/2016
    Oggi si vota sulla Brexit: cosa succederebbe se lo stesso referendum venisse fatto anche negli altri stati dell'Ue?
    Davide Caretti
    E se a votare sulla Brexit fossero gli altri Paesi europei?
    www.rivistastudio.com Studio tratta in maniera approfondita argomenti e storie su libri, cinema, arte, moda, design, musica, televisione, politica, economia e...
    Relevant

    Comments

    Enrico Sasso
    23/06/2016 #1 Enrico Sasso
    Non escludo che in Italia possa vincere il sì all'uscita dall'Ue.
  20. Chiara Randazzo

    Chiara Randazzo

    23/06/2016
    Chiara Randazzo
    Controlli più mirati sui rimborsi da 730
    www.ilsole24ore.com L’incertezza sui controlli preventivi complica la gestione dei 730. E lascia professionisti, Caf e contribuenti con un punto di domanda sui tempi...
    Relevant
  21. ProducerDavide Caretti

    Davide Caretti

    21/06/2016
    Condono per gli enti locali: decreto necessario o ennesimo provvedimento "all'italiana"?
    Condono per gli enti locali: decreto necessario o ennesimo provvedimento "all'italiana"?Vorrei riflettere su una notizia pubblicata stamattina, che non ha avuto a mio modo di vedere sufficiente diffusione. Si tratta del provvedimento economico appena approvato dal governo sugli enti locali, già ridenominato "salva enti locali". Sono...
    Relevant

    Comments

    Davide Caretti
    21/06/2016 #2 Davide Caretti
    #1 Sì, @Enrico Sasso. Aggiungo anche che si potrebbero premiare gli enti virtuosi.
    Enrico Sasso
    21/06/2016 #1 Enrico Sasso
    Sono d'accordo con te, @Davide Caretti. Il condono non era necessario. Rischia di incancrenire la dipendenza degli enti locali nei confronti dell'amministrazione centrale. Il governo dovrebbe in un certo senso essere un esempio per comuni e province in merito alla buona amministrazione.
  22. Davide Caretti

    Davide Caretti

    08/06/2016
    Come si esce dall’Unione Europea, in pratica?
    http://bit.ly/1t8giJT
    Davide Caretti
    Relevant
  23. Ornella Gianesin

    Anonymous

    06/06/2016
    Ornella Gianesin
    L'immigrazione fa volare la Brexit: aumentano i favorevoli | LaPresse
    www.lapresse.it L'immigrazione fa volare la Brexit: aumentano i favorevoli su LaPresse. Leggi le ultime notizie su LaPresse aggiornate in tempo reale complete di foto e...
    Relevant
  24. ProducerDavide Caretti

    Davide Caretti

    02/06/2016
    Settant'anni di Repubblica
    Settant'anni di RepubblicaIn un Paese ridotto in macerie, settant'anni fa vinse la repubblica sulla monarchia. 12.718.641 voti contro 10.718.502. Non mancò -come no!- il pasticcio all'italiana: il risultato finale venne reso pubblico solo svariati giorni dopo (una realtà se...
    Relevant

    Comments

  25. Ornella Gianesin

    Anonymous

    02/06/2016
    Dati allarmanti sulla schiavitù moderna in Italia
    http://bit.ly/1RPxPep
    Ornella Gianesin
    Relevant

    Comments

    Davide Caretti
    02/06/2016 #1 Davide Caretti
    Grave errore considerare che la schiavitù sia un problema di realtà estranee alla nostra...immagino che in Italia esistano già norme per combatterla, occorre solo metterle in pratica.
See all