logoSign upLog in
Professori ed educatori - beBee

Professori ed educatori

~ 100 buzzes
Se ti dedichi all'insegnamento, questo è il tuo alveare. Entra in contatto con professori ed educatori per poter condividere consigli e trucchi da mettere in pratica con alunni e studenti. Benvenuto!
Buzzes
  1. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    01/03/2017
    E' fondamentale riconoscere subito i sintomi. Ecco un'intervista interessante
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo: quali sintomi? Genitori attenzione a riconoscerli
    intreccio.eu Nel cyberbullismo, come avviene nei casi di bullismo, gli adolescenti difficilmente parlano con gli adulti degli episodi di cui sono...
    Relevant
  2. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    23/02/2017
    Cetty Mannino
    Mia: "I bulli non mi fanno paura". La storia di una bambina che sconfigge il bullismo - Cyberbullismo
    intreccio.eu “I bulli non mi fanno paura”, il libro adatto ai bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado, che tratta il bullismo con straordinaria...
    Relevant

    Comments

    Cetty Mannino
    27/02/2017 #2 Cetty Mannino
    #1 Grazie Chiara... grazie a te
    Chiara Randazzo
    27/02/2017 #1 Chiara Randazzo
    Un bell'esempio! Grazie mille per condividerlo @Cetty Mannino!
  3. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    22/02/2017
    Nel web la storia non cambia.....
    Una delle cause principali degli attacchi di cyberbullismo è l’omofobia
    +++ INTERESSANTE INTERVISTA +++
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo, Arcigay: ”Fenomeno in forte aumento, denunciate”
    intreccio.eu Arcigay: "Il fenomeno del cyberbullismo è in fortissimo aumento e sono molte le vittime che si rivolgono ai nostri servizi di...
    Relevant
  4. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    15/02/2017
    Oltre all’uso della tecnologia - secondo gli studenti - la scuola sembra essere arretrata anche nella produzione (blog, app ...)
    Cetty Mannino
    Scuola, al passo con la tecnologia?Gli studenti la bocciano
    intreccio.eu Gli adolescenti in Italia affermano che hanno imparato a muoversi nella Rete da autodidatti e non grazie alla...
    Relevant

    Comments

    Ugo Santosuosso
    16/02/2017 #1 Anonymous
    Chissà come mai la cosa non mi meraviglia affatto! Tanto per fare un esempio che sto vedendo proprio questo momento: per controllare una lista di nominativi ( circa 500 ) contenuti in 2 fogli excell, il reponsabile della cosa ha stampato entrambi i documenti e li sta spuntando a mano mettendo i fogli l'uno accanto all'altro come un monaco amanuense.......
    Eppure ha un pc ultima generazione con 2 monitor da 24''.
    Sbaglio oppure siamo nel 2017 ?
  5. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    11/02/2017
    Prima di tutto facciamo informazione
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo, parlano i numeri. Ecco i risultati del questionario
    intreccio.eu Le risposte del questionario indicano un livello alto dell'uso dei telefoni e dei social, meno la comprensione dei rischi primo tra tutti il...
    Relevant
  6. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    01/02/2017
    Nel blog emergono i dubbi e le paure degli alunni
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo, studenti creano un blog per bambini. Nei disegni le loro paure - Cyberbullismo
    intreccio.eu Parlare di cyberbullismo sì, ma in maniera corretta, con la giusta terminologia. Nel blog piccoli studenti si raccontano e vengono fuori le loro...
    Relevant
  7. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    29/01/2017
    la giurisprudenza ai tempi di internet tra certezze e domande.....
    ecco le risposte dell'avvocato
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo, reato di diffamazione Web e il tribunale penale territoriale competente - Cyberbullismo
    intreccio.eu Cyberbullismo e reato di diffamazione a mezzo web, di quale tribunale è la competenza?Risponde l'avvocato Coglitore. Ma serve una legge ad...
    Relevant

    Comments

    Cetty Mannino
    20/02/2017 #2 Cetty Mannino
    #1 grazie!
    Enrico Sasso
    31/01/2017 #1 Enrico Sasso
    Ottima iniziativa e condivisibile al 100%
  8. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    23/01/2017
    Ecco perchè è importante parlare di #cyberbullismo
    Cetty Mannino
    Morire di cyberbullismo, parla la sorella di Carolina: “La vergogna è più della paura”
    intreccio.eu La sorella di Carolina: "L’unica protezione dal pericolo del cyberbullismo è far capire ai ragazzi che esiste un mondo vero e uno...
    Relevant
  9. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    19/01/2017
    Ecco i consigli della Polizia Postale
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo.“Non commentate i post su Facebook, aumentate la visibilità”. Ecco 4 regole - Cyberbullismo
    intreccio.eu Come segnalare un account di Facebook offensivo? La Polizia: “Per richiedere la chiusura di una pagina è necessario agire tramite rogatoria internazionale che deve essere richiesta...
    Relevant
  10. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    17/01/2017
    Il cyberbullismo è un reato.
    Ma come è regolato in Italia dal punto di vista legislativo?
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo, normative e direttive per contrastare il fenomeno
    intreccio.eu Visto la gravità dei fatti e le direttive dell’Ue in materia di cyberbullismo, si è reso necessario intervenire dal punto di vista normativo anche in Italia, con proposte legislative e accordi ad...
    Relevant
  11. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    16/01/2017
    “I giovani lombardi che dichiarano di aver subito esperienze di cyberbullismo sono 71mila, tra i 15 e i 24 anni”
    ecco perchè la legge
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo, la Regione Lombardia verso una legge ad hoc - Cyberbullismo
    intreccio.eu La Regione Lombardia prende provvedimenti contro il cyberbullismo e lo fa con la proposta di legge n.0216, presentata 2 anni fa e non ancora...
    Relevant

    Comments

    Cetty Mannino
    17/01/2017 #5 Cetty Mannino
    Assolutamente si....è verissimo.
    Elisa Graziano
    17/01/2017 #4 Elisa Graziano
    Verissimo ciò che dite entrambi. Ossia educazione delegata a qualsiasi cosa non sia stare con i figli. Tv, internet, videogiochi etc.
    Ma è pure vero ciò che dice Mario...qui si passa dal prof dittatore a quello c he non può nemmeno cazziarsi i suoi alunni se ha ragione di farlo.
    Mario Vittorio Guenzi
    16/01/2017 #3 Mario Vittorio Guenzi
    #2 e Diciamo che lei ha ragione, non entriamo nel merito del perche' i genitori abbiano abdicato, ma se e' cosi' non puoi attaccare chi si sta occupando anche se non in toto di far si che tuo figlio sia un po diverso da un cercopiteco ubrico.
    Quindi se per qualsivoglia motivo non si occupano dell'educazione del figlio non possono urlare stile vergine violata e denunciare un docente che verosimilmente dopo aver spiegato che quel comportamento e' sbagliato ha punito il ragazzino che e' convinto di essere la reincarnazione di tutti i duri della storia, se avessero i un minimo di decenza starebbero zitti, se no un giudice degno di tale nome dovrebbe togliergli la potesta' per manifesta idiozia e incapacita' di allevare e crescere in modo degno un essere umanno.
    Di punizioni e peggio ancora di botte ne ho prese poche ma ho avuto un educazione coi contro fiocchi e a scanso di equivoci non vengo da una ricca famiglia con grandi possibilita' pero' quelle punizioni mi hanno fatto capire:
    Ad ogni azione corrisponde una reazione cioe' prendi un bel voto la mamma ti fa i biscotti 2 volte alla settikan invece che una prendi un brutto voto perche' sei uno scansafatiche niente biscotti niente tv.
    Se fai qualcosa ne sei responsabile nel bene e nel male, non puoi scaricare responsabilita' tue sui tuoi compagni/fratelli
    se menti ti beccano e oltre alla punizione c'e' l'umilizione
    Visto che io non sono un membro del mensa e l'ho capito lo possono capire anche i ragazzini odierni.
    Chiudo dicendo in pubblico una cosa che non credo conoscano molti neanche dei miei amici, mi sono arruolato in Marina giovanissimo per vari motivi, uno di questi era che non sopportavo i prepotenti, non li sopportavo allora e non li sopporto oggi.
    Se poi son dei mocciosi che si nascondono dietro un monitor mi fanno davvero andare fuori di testa.
    Cetty Mannino
    16/01/2017 #2 Cetty Mannino
    #1 Il problema secondo me è che purtroppo alcuni genitori hanno abdicato l'educazione ai new media o al fai da te. Non avendo schemi educativi i ragazzi fanno da padroni....
    Mario Vittorio Guenzi
    16/01/2017 #1 Mario Vittorio Guenzi
    Breve premessa, non ho figli e quindi non ho modo di avere informazioni di prima mano.
    La riflessione che mi nasce da quanto sopra e' questa, Se io da ragazzino avessi mancato di rispetto a un maestro/professore oltre alla punizione scolastica quando arrivavo a casa mi passavo le mie.
    Se avessi fatto il gradasso piu' del dovuto (i bambini sono spacconi) sarei finito diretto in direzione/presidenza e una volta a casa mi passavo le mie.
    Adesso, per un docente e' normale sentirsi dire taci coglione o anche peggio, se un docente punisce un alunno c'e' il pericolo che finisca in tribunale
    http://www.lasiciliaweb.it/articolo/53479/scuola/fa-scrivere-allalunno-sono-deficiente-condannata-la-prof-di-palermo
    ma non solo c'e' caso che si prenda anche un sacco di botte dai genitori
    http://palermo.blogsicilia.it/professore-picchiato-dai-genitori-per-avere-rimproverato-gli-alunni-indaga-la-polizia/365254/
    Questi sono solo 2 casi ma se sfogliate il web ve ne saltano fuori da riempire un dizionario.
    Posso accettare che un docente non punisca a schiaffi un alunno, o meglio lo accetto in casi di mancanze che non lo richiedano, non accetto che una punizione per un comportamento scorretto/vessatorio venga sanzionata, i casi sono 2 o mandiamo i ragazzi a scuola e i docenti hanno la responsabilita' di educarli perche NOI li investiamo di tale responsabilita' oppure i figli li teniamo a casa, e o noi li educhiamo e li presentiamo agli esami o paghiamo un precettore che se occupi.
    Troppo comodo usare la scuola come parcheggio.
    Il bullismo e' cyber ok al bulletto si proibisce di usare qualsiasi mezzo che sia anche solo vagamente social i garanti dell'applicazione della pena sono i genitori.
  12. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    12/01/2017
    Ecco cosa fare in caso di diffamazione o altri reati a mezzo web
    @stopcyberbullismo
    Cetty Mannino
    Frasi offensive su Facebook? E' reato di diffamazione. Ecco cosa fare per sporgere querela - Cyberbullismo
    intreccio.eu “La querela per il reato di diffamazione può essere proposta personalmente o tramite un avvocato e serve l’indicazione della frase offensiva e...
    Relevant

    Comments

    Chiara Randazzo
    12/01/2017 #1 Chiara Randazzo
    Reate e anche grave. Grazie @Cetty Mannino per condividerlo.
  13. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    05/01/2017
    Se dovessimo riassumere tutti i consigli in una sola parola, quella che potrebbe essere utilizzata è senz’altro DIALOGO
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo, pediatri: ”Genitori serve il dialogo”. Un bambino su tre è vittima
    intreccio.eu Cyberbullismo, sos dai pediatri : "Non aver paura di confrontarsi con i propri figli, favorire un confronto che possa suggerire soluzioni e dare...
    Relevant

    Comments

    Cetty Mannino
    10/01/2017 #2 Cetty Mannino
    Già Riccardo Marciani peccato però che molti genitori delegano l'educazione ai new media.....
    Riccardo Marciani
    09/01/2017 #1 Riccardo Marciani
    Dialogo assolutamente necessario...altrimenti si spegne nei bambini anche la voglia di andare avanti
  14. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    03/01/2017
    Come facciamo a capire i disagi dei @giovani, sul web?
    Ecco una guida utile ai genitori
    #stopcyberbullismo @cyberbullismo
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo, guida per i genitori. Ecco cosa fare
    intreccio.eu Se un adolescente è vittima di cyberbullismo, bisogna aiutarlo a comunicare il più possibile facendogli capire che ciò che sta accadendo non dipende da...
    Relevant
  15. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    28/12/2016
    Per navigare in acque sicure...ecco i consigli della @Polizia
    #stopcyberbullismo
    Cetty Mannino
    Cyberbullismo: le 10 regole della Polizia Postale per navigare in Rete
    intreccio.eu Le 10 regole sono dettate dall’agente Lisa della Polizia Postale, l’agente avatar che attraverso i social network consiglia come navigare sicuri in...
    Relevant
  16. ProducerAlessandro Vecchio
    Coaching: definisci il tuo obiettivo e raggiungi il risultato
    Coaching: definisci il tuo obiettivo e raggiungi il risultatoIl termine coach deriva dall’inglese e significa carrozza; infatti, proprio come nella carrozza di un treno, si viene trasportati da un posto all’altro, dal momento che il ruolo del coach consiste nel guidare la persona dallo stato attuale, a quello...
    Relevant

    Comments

    Alessandro Vecchio
    02/01/2017 #2 Alessandro Vecchio
    Riccardo ciao, lieto che il contributo sia interessante :)
    Riccardo Marciani
    02/01/2017 #1 Riccardo Marciani
    Molto importante il tema del focus. Grazie mille @Alessandro Vecchio
  17. Cetty Mannino

    Cetty Mannino

    26/12/2016
    Scuola: @smartphone e @internet cosa fare?
    Ecco cosa dice il garante
    Cetty Mannino
    Dai telefoni in classe alle foto durante le recite a scuola. Il Garante detta le regole - Cyberbullismo
    intreccio.eu E' giusto che gli studenti usano il telefono in classe?E i genitori hanno le loro responsabilità? A queste e altre domande risponde il...
    Relevant
  18. ProducerAlessandro Vecchio
    Il Counselling, l’arte di aiutare le persone ad aiutarsi
    Il Counselling, l’arte di aiutare le persone ad aiutarsiIl Counselling è “un insieme di tecniche, abilità ed atteggiamenti per aiutare le persone a gestire i loro problemi utilizzando le loro risorse personali” (Reddy).Il counselling è una professione ben presente nella realtà anglo-americana, nel tempo...
    Relevant

    Comments

    Alessandro Vecchio
    14/12/2016 #7 Alessandro Vecchio
    #5 Monica ciao, lieto di essere stato di supporto. Con piacere sono a disposizione per altre info :)
    Preston 🐝 Vander Ven
    14/12/2016 #6 Preston 🐝 Vander Ven
    Grande articolo. Uno dei miei mentori, che non è un consulente pagato, ha attraversato queste fasi con me. La prima fase deve essere stata la più difficile. Egli non ha fatto nulla, ma ha ascoltato. Mi ha dato orecchie quando avevo bisogno di qualcuno con cui parlare. La maggior parte di noi vuole una conversazione, ma era disposto ad ascoltare solo. Durante questo tempo, mi sono reso conto che avevo bisogno di aiuto, io poi gli chiesi di aiutarmi.
    Ha poi mi ha guidato ad alcuni materiali di lettura che, qualora sul tema di cui avevo bisogno. Sono stato in grado di risolvere il problema, non sapevo che ho avuto io. Eppure, io non l'ho fatto da solo. L'ho avuto.

    Great article. One of my mentors, who is not a paid counselor, went through these phases with me. Phase one must of been the hardest. He did nothing, but listened. He gave me ears when I needed someone to talk to. Most of us want a conversation, yet he was willing to just listen. During this time, I realized that I needed help, I then asked him to help me.
    He next guided me to some reading materials that where on the topic I needed. I was able to solve the problem I didn't know I had myself. Yet, I didn't do it alone. I had him.
    Monica Rampini
    14/12/2016 #5 Monica Rampini
    #4 Grazie mille @Alessandro Vecchio! Sei stato molto preciso e gentilissimo! Saluti
    Alessandro Vecchio
    13/12/2016 #4 Alessandro Vecchio
    #1 Monica ciao, lieto che il contributo sia di interesse. La formazione per diventare Counsellor è costituita da un percorso triennale, erogata da scuole con diversi approcci ed orientamenti. Ti indico qualche sito per approfondire: http://www.associazionereico.org/ - http://www.counsellingcncp.org/ - http://www.sicoitalia.it/online/ - www.federcounseling.it/ - www.assocounseling.it/
    Alessandro Vecchio
    13/12/2016 #3 Alessandro Vecchio
    #2 Davide ciao, lieto che il contributo sia di interesse :)
    Davide Caretti
    13/12/2016 #2 Davide Caretti
    Molto interessante davvero. Grazie Alessandro.
    Monica Rampini
    13/12/2016 #1 Monica Rampini
    Ciao @Alessandro Vecchio! Mi è sembrato un post molto molto interessante. Una domanda: che tipo di formazione hanno coloro che sid edicano professionalmente al Counselling? Grazie mille!
  19. ProducerAlessandro Vecchio
    Ascolto, la base della relazione con l’altro
    Ascolto, la base della relazione con l’altroL’Ascolto è la capacità di accogliere le informazioni da chi parla, altre persone o se stessi, senza esprimere giudizi, essendo empatici.Infatti, la capacità di ascoltare è considerata una vera e propria arte, che richiede di saper raccogliere, di...
    Relevant

    Comments

    Alessandro Vecchio
    07/11/2016 #9 Alessandro Vecchio
    #8 Chiara ciao, lieto che il contributo sia valido, a disposizione per eventuali approfondimenti.
    Chiara Randazzo
    07/11/2016 #8 Chiara Randazzo
    #5 Perfetto, grazie mille per la precisazione! Saluti!
    Deb 🐝 Helfrich
    05/11/2016 #7 Deb 🐝 Helfrich
    So che tutti abbiamo bisogno di lavorare sul nostro ascolto, @Alessandro Vecchio. Si tratta di un'arte e un'abilità che richiede pratica costante, perché, come si afferma chiaramente:

    "E 'importante sottolineare il fatto che ogni persona si attacca alle parole significato e il suo valore, in relazione alla propria esperienza, le proprie conoscenze, credenze, esperienze e formazione."

    Bebee ha appena implementato le capacità di traduzione del browser Google Chrome e vedremo se sono riuscito ad ascoltare bene le tue parole tramite un intermediario di tecnologia.
    Alessandro Vecchio
    03/11/2016 #6 Alessandro Vecchio
    #1 Davide ciao, in buona percentuale i livelli di ascolto presenti oscillano tra la prima e la seconda tipologia, sì. Questo deriva (mia idea) da una mancata educazione alla comunicazione ed all'ascolto nei centri di formazione e di educazione (leggi scuole ed università).
    Alessandro Vecchio
    03/11/2016 #5 Alessandro Vecchio
    #4 Chiara ciao, il processo comunicativo è composto da più elementi, come indichi giustamente. La responsabilità dell'emittente è di formulare un messaggio chiaro e comprensibile, nella forma e nel contenuto, per il ricevente. Quindi anche la scelta del canale più funzionale all'obiettivo. Fondamentale è verificare il buon esito della comunicazione attraverso il feedback.
    Chiara Randazzo
    26/10/2016 #4 Chiara Randazzo
    @Alessandro Vecchio un dubbio: l'ascolto attivo ha comunque bisogno di circostanze che favoriscano tale approccio da parte di chi riceve il messaggio no? Cioé non è sempre "colpa" del messaggio o dell'emissore, ma anche del canale, corretto? E in tal caso in che tipo di ascolto ricadrebbe? Grazie
    Elisa Graziano
    26/10/2016 #3 Elisa Graziano
    #2 Mi fai morire @Patrizia Rossini! Ahahahah
    Patrizia Rossini
    26/10/2016 #2 Patrizia Rossini
    #1 Beh, voi uomini sicuro! Forse anche solo asclto passivo! Ahahaha...scherzo eh!
    Davide Caretti
    26/10/2016 #1 Davide Caretti
    Davvero interessante @Alessandro Vecchio. Io credo che nella maggior parte dei casi stiamo tra ascolto passivo e parziale, mi sbaglio?
  20. ProducerCourseFinders Italia
    Parli spagnolo? Mettiti alla prova con questi scioglilingua!
    Parli spagnolo? Mettiti alla prova con questi scioglilingua!Tutte le lingue possiedono degli scioglilingua e diversi studi hanno dimostrato che sono uno strumento utile per imparare a parlare correttamente e migliorare la pronuncia e l'intonazione delle parole. Cosa sono gli scioglilingua? Gli scioglilingua...
    Relevant
  21. Silvia Spatafora
    Happy World Teachers Day! Silvia Spatafora
    Relevant

    Comments

    Tifany Rodio
    06/10/2016 #5 Anonymous
    I totally agree :-)
    Ana María Fernández Soriano
    05/10/2016 #4 Ana María Fernández Soriano
    This is one of the topics that we were talking about during lunch time, @Iván de Paz Delgado, @Flavia Toro Rodriguez, @Tamara Perez Garcia and @Alberto Lopez. Globally known.
    Tausif Mundrawala
    05/10/2016 #3 Tausif Mundrawala
    No one can deny it.
    Donald 🐝 Grandy
    05/10/2016 #2 Donald 🐝 Grandy
    Amen!
    Javier 🐝 beBee
    05/10/2016 #1 Javier 🐝 beBee
    TRUE
  22. ProducerAntonia Teatino

    Antonia Teatino

    15/07/2016
    Un libro per insegnanti, bibliotecari, operatori e genitori
    Un libro per insegnanti, bibliotecari, operatori e genitoriHo scritto questo libro per condividere format di attività didattiche sull'educazione...
    Relevant

    Comments

    Antonia Teatino
    28/07/2016 #3 Antonia Teatino
    Certo domani pubblico qualche scheda #2
    Patrizia Rossini
    18/07/2016 #2 Patrizia Rossini
    #1 Sì, mi piace soprattutto il fatto che non si limiti solo agli insegnanti. Forse è chiedere troppo, ma sarebbe possibile avere un piccolo "assaggio" di una delle schede? Senza impegno, naturalmente. Grazie, @Antonia Teatino
  23. ProducerPatrizia Rossini
    Non sottovalutiamo gli effetti del burnout
    Non sottovalutiamo gli effetti del burnoutAll'interno dell'ambito lavorativo in cui mi muovo, sempre più spesso sento parlare del burnout. Questo termine sta entrando progressivamente nel nostro lessico comune e molti sapranno già cos'è: semplificando, si tratta di una sindrome da stress...
    Relevant

    Comments

    Chiara Randazzo
    30/06/2016 #1 Chiara Randazzo
    È importante porre l'accento su questa patologia, @Patrizia Rossini. Credo che il burnout sia una sindrome difficile da individuare perché spesso confusa con l'eccessivo stress. È vero, spesso i nostri cari, per aiutarci, minimizzano il problema e fanno sì che la persona affetta non ponga rimedio alla sua situazione, prolungando il deterioramento psicofisico.
  24. Chiara Randazzo

    Chiara Randazzo

    29/06/2016
    Interessante articolo su un migliore approccio pedagogico nelle scuole:
    Basta voti alle elementari: un’idea per far tornare la voglia di scuola
    http://bit.ly/295Hl3s
    Chiara Randazzo
    Relevant
  25. Patrizia Rossini
    Università, per gli studenti è più bravo un prof competente o indulgente?
    http://bit.ly/2670LZg
    Patrizia Rossini
    Relevant
See all