logoSign upLog in
Startup - beBee

Startup

~ 100 buzzes
Ti interessa il mondo delle Startup? Qui puoi trovare tutto sulle startup italiane e internazionali. Entra e scopri tutto il meglio sulle startup!
Buzzes
  1. ProducerWilson Mattos

    Wilson Mattos

    04/07/2017
    Serviços de Hidráulica Industrial com Elaboração de Procedimentos.
    Serviços de Hidráulica Industrial com Elaboração de Procedimentos.Serviços de Hidráulica Industrial  com Elaboração de...
    Relevant
  2. ProducerAlessandro Vecchio
    Intelligenza Emotiva
    Intelligenza EmotivaL’Intelligenza Emotiva è la capacità di comprendere le emozioni proprie e degli altri, utilizzare le emozioni nelle scelte importanti, gestire le proprie emozioni e quelle delle persone attorno a noi.Essere Emotivamente Intelligenti ci aiuta a...
    Relevant
  3. ProducerRoberto Lombardo
    Le domande da porsi prima di una campagna in crowdfunding
    Le domande da porsi prima di una campagna in crowdfundingLe domande da farsi prima di una campagna in crowdfunding sono necessarie per iniziare quanto meno a comprendere le possibilità di riuscita della stessa. Ogni progetto agli occhi del suo creatore risulta vincente e desiderabile, proprio per questo...
    Relevant

    Comments

    ines morales
    29/06/2017 #3 ines morales
    @Daniel Jiménez Cornejo
    Ciao, io sono un individuo che offre prestiti internazionali. Con un capitale
    Che sarà utilizzato per concedere prestiti tra individui a breve e lungo termine a tutte le persone serie che sono in reale bisogno, il tasso di
    L'interesse è del 2% annuo. Concedo prestiti finanziari, mutui immobiliari, prestiti agli investimenti,
    Prestito auto, prestito personale. Sono a disposizione per soddisfare i miei clienti in un massimo di 3 giorni dopo la ricezione del modulo di richiesta.
    Nessuno si astiene gravemente. Se siete interessato, seli metta in contatto con prego dal seguente email address: kreditfinanziert@gmail.com
    Roberto Lombardo
    22/06/2017 #2 Roberto Lombardo
    #1 Esatto, un analisi obiettiva non è fatta per affondare un progetto ma per evidenziarne i punti deboli al fine di renderlo migliore e appetibile, questo non viene sempre recepito bene dal cliente.
    Ugo Santosuosso
    19/06/2017 #1 Anonymous
    E' un po' quello che faccio sempre anche io e consiglio di fare ai colleghi che decidono di fare un progetto, indipendentemente dal tipo di finanziamento.
    E non sempre, le loro risposte positive, a mio avviso lo sono. Il problema maggiore di quando si fa un progetto è che spesso manca la figura de "l'avvocato del diavolo" che mette in luce quello che non va nel progetto stesso e nelle sue possibilità di sviluppo. Infatti, di solito la visione dello sviluppo del progetto e le risposte alla lista delle domande è molto "progettista centrica".
    E, guardando a posteriori, quanti progetti poi vanno a buon fine, tale visione risulta palesemente OTTIMISTICA e sovrastimata.
  4. Roberto Lombardo
    Iniziato ufficialmente lo sviluppo della nostra app Trillallà, the sound of social confusion, un nuovo modo di concepire il social in modo divertente, interessante e tutto da scoprire! L’app viene sviluppata sia su iOS che Android disponibile entro fine 2017.

    Per chi volesse investire in questo settore in un app innovativa può contattarci senza alcun impegno e forniremo tutte le info, il business plan e quanto richiesto per valutare il progetto. L’app viene realizzata in inglese inizialmente e poi localizzata paese per paese, disponibile in tutto il mondo, mercato cinese compreso. Un ottima opportunità per investire in questo settore senza rischiare cifre “importanti”. www.digital-press.it
    Roberto Lombardo
    Relevant

    Comments

    Giampiero Vilardi
    12/05/2017 #3 Giampiero Vilardi
    #2 Hai fatto benissim e ho anche condiviso in altri "alveari". Buon weekend!
    Roberto Lombardo
    12/05/2017 #2 Roberto Lombardo
    #1 Si Giampiero grazie mille, oggi lo metto anche in inglese :) ho dato precedenza ai "connazionali" :)
    Giampiero Vilardi
    12/05/2017 #1 Giampiero Vilardi
    Ciao @Roberto Lombardo. Un consiglio, dato che l'app sarà disponibile in inglese io pubblicherei un altro buzz in inglese. Non si sa mai..
    E poi, fossi in te, andrei sulla finestra Api e seguirei un po' di gente che può essere interessata.
    Ovviamente, libertà totale, sono solo consigli.
    Grazie mille per l'info sullo sviluppo, facci sapere. Saluti!
  5. ProducerGervasio Barbato
    News, Attualità, Sport e molto altro in un unica App!
    News, Attualità, Sport e molto altro in un unica App!La nuova App di Cip vi permetterà di rimanere sempre aggiornati, in tempo reale, su tutte le novità di Cip: articoli, informazioni utili, videogiochi, e tutto ciò che riguarda il fantastico mondo del Web: Social Media Marketing, SEO, Blog, e molto...
    Relevant
  6. ProducerGervasio Barbato
    Bisogna fare di necessità virtù
    Bisogna fare di necessità virtùBisogna fare di necessità virtù: cosa significa?  Che cosa è il Progetto Cip?  A cosa serve? A chi serve? Tante domande… una sola Risposta !!!  SIETE VOI…Il Progetto Nasce per una necessità…Molti Privati e molte Aziende mi chiedono come poter...
    Relevant
  7. ProducerFabrizio Diluca

    Fabrizio Diluca

    02/05/2017
    L'importanza della Strategia di Marketing per Professionisti e Micro Imprese
    L'importanza della Strategia di Marketing per Professionisti e Micro ImpresePer quanto possa apparire strano, ancora oggi, gran parte dei Professionisti e degli Imprenditori alla guida di Micro e Piccole Imprese pensano che il Marketing sia qualcosa che in fondo non ha molto a che fare con la loro attività.Pensano che il...
    Relevant
  8. Giuliano Giamberardino
    Happy Easter!!! Giuliano Giamberardino
    Relevant

    Comments

    Giampiero Vilardi
    17/04/2017 #1 Giampiero Vilardi
    Buongiorno Giulio,
    tanti auguri anche a te dal team di beBee!
    Vorrei segnalarti una cosa importante: https://www.bebee.com/producer/@javierbebee/fake-social-media-accounts-on-bebee-important-announcement
    In pratica dovresti mettere una foto profilo personale e non un logo. Lo facciamo per salvaguardare la validità dei contenuti ed evitare il diffondersi di profili falsi.
    Potresti darci una mano?
    Grazie mille e buona pasquetta!
  9. ProducerAlessandro Vecchio
    Coaching: definire gli obiettivi e raggiungere i risultati
    Coaching: definire gli obiettivi e raggiungere i risultatiIl termine coach deriva dall’inglese e significa carrozza; infatti, proprio come nella carrozza di un treno, si viene trasportati da un posto all'altro, dal momento che il ruolo del coach consiste nel guidare la persona dallo stato attuale, a quello...
    Relevant
  10. ProducerAlessandro Vecchio
    Marketing PRO: come promuovere efficacemente la tua attività professionale
    Marketing PRO: come promuovere efficacemente la tua attività professionaleMarketing PRO è il modello attraverso cui potrai definire, valorizzare e promuovere efficacemente te stesso e la tua attività nel tuo mercato di riferimento.1. Presentazione dell’ideaLa presentazione dell’idea consiste in una dichiarazione, breve e...
    Relevant
  11. ProducerAlessandro Vecchio
    SWOT Analysis: definire le variabili per centrare l’obiettivo
    SWOT Analysis: definire le variabili per centrare l’obiettivoLa SWOT Analysis è uno strumento di pianificazione strategica semplice ed efficace che serve ad evidenziare le caratteristiche di un progetto, di un programma, di un’organizzazione e le conseguenti relazioni con l’ambiente operativo nel quale si...
    Relevant

    Comments

    Alessandro Vecchio
    27/03/2017 #4 Alessandro Vecchio
    #2 Michele ciao, lieto che i miei contributi siano validi :)
    Alessandro Vecchio
    27/03/2017 #3 Alessandro Vecchio
    #1 Giampiero ciao, grazie del feedback :) Lieto che i miei contributi siano validi.
    Michele Basile
    27/03/2017 #2 Anonymous
    #1 E devo dire che è un ottimo consiglio!
    Giampiero Vilardi
    27/03/2017 #1 Giampiero Vilardi
    Grandissimo @Alessandro Vecchio. Per chi non lo conoscesse ancora, consiglio il suo blog: https://alessandrovecchio.com/

    E, ovviamente, seguitelo qui su beBee!
  12. ProducerGiuliano Giamberardino
    L'intervista di Eleonora Tredici
    L'intervista di Eleonora Tredicihttp://www.insiemeonline.it/i-consigli-degli-esperti/consigli-d-arredo/item/954-lampade-arredo.htmlIn allegato l'intervista della giornalista e interior designer Eleonora Tredici sulle lampade Pax Lux a tutto tondo, buona...
    Relevant
  13. Giampiero Vilardi
    It's your startup ready for the success? Take a look... Giampiero Vilardi
    Relevant
  14. ProducerRoberto A. Foglietta
    Struttura di gestione solidale delle emergenze di lungo periodo
    Struttura di gestione solidale delle emergenze di lungo periodoPublished on January 20, 2017 on LinkedInEsempio di possibile struttura di gestione solidale delle emergenze di lungo periodo ispirata ai recenti terremoti avvenuti nelle Marche ma sperimentabile anche per altre emergenze che abbiano natura...
    Relevant
  15. Ugo Santosuosso

    Ugo Santosuosso

    19/01/2017
    Spero che possa interessare.
    Ugo Santosuosso
    How Four AI Startups Help Brands Exploit Customer Reviews
    breakthroughanalysis.com A look at 4 startups that apply Natural Language Processing and machine learning to make sense of consumer-generated...
    Relevant

    Comments

    Chiara Randazzo
    24/01/2017 #2 Chiara Randazzo
    #1 Verissimo. E poi ormai si compra di tutto, figurati 4 recensioni.
    Flavia Grasso
    24/01/2017 #1 Flavia Grasso
    Articolo interessante, fermo restando che per lavoro ed esperienza personale posso dire che non bisogna firdarsi delle recensioni.
    Tripadvisor ad esempio ha degli utenti fake che vanno in giro a pagamento a fare recensioni. Senza contare che il meccanismo premia ingiustamente alcune strutture a scapito di altre.
    Io, scettica di natura, leggo solo le recensioni negative. Se mi sembra che segnalino cose per me irrilevanti posso anche comprare/usare ciò di cui si parla, alreimenti nulla.
  16. Pietro Giacchetti
    Pietro Giacchetti
    Startup: 6 lezioni sui progetti (da uno che ci sta provando)
    www.linkedin.com Lavoro come product manager in un’impresa IT. Quando il CEO mi ha assunto, nell'impresa era in corso la rivoluzione scrum. Capirete che assumere uno nuovo, per gestire dei progetti nuovi, con...
    Relevant
  17. ProducerDaniele Tarenzi

    Daniele Tarenzi

    21/12/2016
    Taskhunters: lo strumento digitale che ti semplifica la vita
    Taskhunters: lo strumento digitale che ti semplifica la vitaLeggi l'articolo su http://www.chestorie.com/news/taskhunters/Quante volte abbiamo desiderato che la giornata fosse di trenta ore per far fronte a tutti gli impegni quotidiani? Risulta per  tutti sempre più complicato seguire i ritmi frenetici che...
    Relevant

    Comments

    Giampiero Vilardi
    22/12/2016 #7 Giampiero Vilardi
    #6 Assolutamente d'accordo con te @Ugo Santosuosso
    Ugo Santosuosso
    21/12/2016 #6 Anonymous
    #4 @Giampiero Vilardi: bhe, sai, essendo passato per un lungo periodo di degenza, e vivendo da solo, certe cose le sento in maniera piuttosto viva.
    E ti diro' di più, se questa cosa fosse estesa anche ai giovani che hanno problemi di occupazione, mica sarebbe pensata male, sai ?
    A me, una cosa del genere farebbe comodo, ed inoltre farebbe piacere dare un po' di lavoro *RETRIBUITO* a chi non ne ha! :)
    Giampiero Vilardi
    21/12/2016 #5 Giampiero Vilardi
    #2 Ah beh certo @Daniele Tarenzi! Tanto a me che me ne frega? Ahahaha... ;)

    #3 @Ugo Santosuosso: non è per niente una cattiva idea sai? Cioé spesso si pensa all'uomo in ufficio che non può fare nulla etc etc. però c'è molto margine tra chi realmente non può muoversi...
    Ugo Santosuosso
    21/12/2016 #3 Anonymous
    Bella cosa!!
    Peccato ci sia solo la versione per smartphone e non una versione che funzione via web, molti che conosco ( pensionati ), che avrebbero una grande necessità la necessità di avere qualche aiuto, col telefono ci telefonano e basta e non sempre hanno gande dimestichezza neanche con il pc......
    Daniele Tarenzi
    21/12/2016 #2 Daniele Tarenzi
    Urca @Giampiero Vilardi, questo non lo sapevo! Facciamo che c'è posto per tutti?! A Natale bisogna essere più buoni...ahahahahah
    Giampiero Vilardi
    21/12/2016 #1 Giampiero Vilardi
    Ciao @Daniele Tarenzi. Grazie per condividere, di certo molto utile per chi non ha tempo.
    Unica pecca è che già esiste qualcosa di mooolto simile in Spagna.Si chiama Glovo e sta spopolando! hanno fatto anche una campagna in TV: https://www.youtube.com/watch?v=P1x3AT5BIa4
    E non credo sia neppure un'idea loro, magari l'hanno copiata da una app statunitense. Insomma, il copia copia comune delle startup! Comunque, a parte la polemica personale, grazie mille!
  18. ProducerRoberto A. Foglietta
    Project Management: gestione dei costi
    Project Management: gestione dei costiPublished on October 31, 2016 on LinkedInIntroduzioneNei precendenti articoli dedicati al Project Management abbiamo visto come approcciare il problema della stima dei costi e del valore del controllo con un metodo numerico. In questo articolo si...
    Relevant
  19. ProducerGiuliano Giamberardino
    New App for Global Business
    New App for Global BusinessAdvertising That Really Works! Nel mondo globale anche le aziende diventano globali, non è importante la dimensione della tua attività. Basta un App, un sito e-commerce e in pochi click il tuo prodotto può raggiungere chiunque nel mondo. Un nuovo...
    Relevant
  20. ProducerRoberto A. Foglietta
    Project Management: efficienza del controllo
    Project Management: efficienza del controlloPublished on October 29, 2016 on LinkedIn IntroduzioneNel primo articolo abbiamo visto:come applicare in modo ricorsivo il principio di Pareto per ottenere un modello di copertura dei casi in maniera da correlare qualità (sigma) ai tempi di...
    Relevant
  21. ProducerAlessandro Vecchio
    Obiettivi ben formati, come stabilire la tua meta
    Obiettivi ben formati, come stabilire la tua metaL’obiettivo rappresenta il risultato che ci proponiamo di raggiungere, il fine verso cui tendiamo.Per poter ottenere i risultati che hai stabilito di raggiungere, nella tua vita personale e professionale, è molto importante  saper costruire degli...
    Relevant

    Comments

    Alessandro Vecchio
    04/11/2016 #2 Alessandro Vecchio
    #1 Riccardo ciao, concordo pienamente con il tuo pensiero, grazie del tuo contributo.
    Riccardo Marciani
    04/11/2016 #1 Riccardo Marciani
    Complimenti @Alessandro Vecchio, un bel contributo. Mi piace molto il termine che usi ossia che l'obiettivo deve essere "ecologico". È un aspetto che spesso non prendiamo in considerazione e ce ne pentiamo troppo tardi.
  22. ProducerbeBee in Italiano
    "Apriremo una sede nella Silicon Valley perché dobbiamo stare dove c'è talento"
    "Apriremo una sede nella Silicon Valley perché dobbiamo stare dove c'è talento"beBee, che è considerata una delle startup emergenti in Europa, sta preparando un aggiornamento della piattaforma e anticipa il suo ingresso nella Silicon ValleySono stati selezionati dall'Unione Europea per partecipare alla seconda edizione di...
    Relevant

    Comments

    Davide Caretti
    27/10/2016 #2 Davide Caretti
    Credo che meritiate di andare in Silicon valley. Esportare un prodotto del genere è un dovere! Buona fortuna
    Enrico Sasso
    27/10/2016 #1 Enrico Sasso
    Complimenti, ottima decisione. Sono d'accordo sul fatto che bisogna "respirare" il talento. Però bisogna farsi guidare sempre da un piano ben fatto. Qusto non solo vale per bebee ma per tutte le startup.
  23. ProducerRoberto A. Foglietta
    L'imprenditore è un artista
    L'imprenditore è un artistaPublished on September 6, 2016 on LinkedIn Quando parliamo della differenza fra il prezzo di vendita e il costo di acquisto parliamo di valore aggiunto e il valore aggiunto appartiene al commercio.Invece, quello che fa l'imprenditore è creare il...
    Relevant

    Comments

    Roberto A. Foglietta
    11/10/2016 #9 Roberto A. Foglietta
    @Enrico Sasso: non sono d'accordo. Apple è stata una delle prime azienda a comprendere che lo stile (design) era una componente importante del marketing, che non bastavano le funzionalità per vendere a una certa categoria di persone (e più in generale a tutti quanti). E' un azienda che ha deciso che un solo tasto per il mouse era sufficiente (invece di tre + rotellina). E' un azienda che ha fatto del design uno status-symbol al punto da arrivare a differenziare in termini di costo (e non poco) il bianco puro al nero assoluto. E' stata un'azienda che ha saputo sviluppare un proprio sistema operativo (almeno due volte) accettando di rimanere per molto tempo confinata in un segmento di mercato nel quale però eccelleva (la produzione grafica e il montaggio video ). Ha fatto scelte anticonformiste: è stata la prima azienda a dire "i nostri clienti non sentiranno la mancanza del CDROM ma apprezzeranno le dimensioni ridotte e la trasportabilità". Solo per citare alcuni esempi forse tra quelli meno noti. Apple è un'azienda che ha costantemente fatto innovazione in modo metodico e quindi con grande successo anche perché ha sempre saputo valorizzare la sua differenza dai concorrenti. La forte fidelizzazione che la clientela ha verso Apple è sicuramente parte del suo successo ma essa è il risultato di una sistematica differenziazione dai concorrenti e questa a sua volta è il risultato di scelte molto coraggiose. Apple ha goduto di tre fattori: una fortissima componente innovativa fin dall'inizio a cui non ha mai rinunciato, una fortissima componente commerciale fin dall'inizio a cui non ha mai rinunciato e un mercato/cultura come quella americana che non percepisce il successo individuale (o di una singola azienda) come un problema sociale ma come un valore.
    Enrico Sasso
    11/10/2016 #8 Enrico Sasso
    @Roberto A. Foglietta: condivido alcuni aspetti del tuo ragionamento e sono con te quando dici che innovare può essere copiare migliorando. Ma solo e sempre migliorando? Mi vengono in mente decine di esempi in cui non si apporta nulla di significativo. E quando dico nulla non intendo solo fattori tecnicamente o sostanzialmente percepibili, ma anche solo un qualcosa di apprezzabile sotto il profilo comunicativo/sociale. Mi spiego meglio: Apple non produce i migliori dispositivi. Assolutamente no. Ma ha aggiunto un fattore chiave alla sua strategia: la comunità. C'è un rapporto di fidelizzazione profonda che va al di là del singolo nuovo prodotto lanciato da Apple. Capisci cosa intendo?
    Roberto A. Foglietta
    11/10/2016 #7 Roberto A. Foglietta
    (parte 2, prosegue da parte 1) @Enrico Sasso: Per quanto riguarda alle contese interne a un gruppo, la gara dovrebbe essere alla delivery mentre spesso invece la delivery viene ritardata per dare spazio alle diatribe di gruppo. In quei contesti, in cui l'ordine di cordata è determinato dalla delivery, generalmente la struttura di gruppo è dinamica e stabile (appare una contraddizione, ma è come la bicicletta, l'equilibrio stabile è in moto). Si dice che la politica sia l'estensione della guerra con altri mezzi. In un contesto di B4B la guerra (anche con altri) mezzi non trova molto spazio perché anche i concorrenti sono parte dell'ecosistema di business. Ritornando alla scoperta dell'America, essa prende il nome da Amerigo Vespucci e non da Cristoforo Colombo che per primo intentò l'impresa pur confondendo il nuovo continente con le indie. Perciò copiare non è il problema. Il problema è innovare: copiare migliorando. Poiché migliorare implica saper fare meglio e fare meglio significa aver fatto e quindi aver fatto errori. Non è sempre detto che chi arriva per secondo vinca. E' vero invece che vince chi riesce a mettere insieme i fattori fondamentali che costituiscono un'innovazione (e la sua delivery).
    Roberto A. Foglietta
    11/10/2016 #6 Roberto A. Foglietta
    @Enrico Sasso: c'è un problema di base nella cultura italiana che è quella di considerare la materia tecnica una commodity rispetto all'approccio umanistico. In termini tecnici viene chiamata "la supremazia della politica" (politica in senso lato) ovvero della capacità di raccogliere consenso. Inoltre l'umanesimo e la tecnica vengono considerati due ambiti distinti (classe dirigente tecnica vs amministrativa). Il copiare una soluzione tecnica (i modelli di business sono matematica dei sistemi allo stato attuale dell'arte, quindi sono parte della soluzione tecnica) con un approccio umanistico comporta che in realtà si imita solo ciò che si comprende che è un po' - passami l'esempio - come se un'attore imitasse un agente segreto vs un agente segreto vero. A primo impatto lo 007 del cinema è anche più mitico ma nella realtà operativa non regge il confronto. Un altra descrizione che potremmo dare è che tutti vogliono vincere ma nessuno ha il coraggio di staccarsi dal gruppo. Non solo, ma guardano a coloro che tendono a staccarsi dal gruppo come un pericolo, si sa mai che trovi l'america! Non confondiamo l'Italia con l'occidente. In altre parti dell'occidente la consapevolezza che la dimensione tecnica non sia una commodity è piuttosto chiara, di contro tendono a essere più rigidi e quindi meno creativi. (fine parte 1, prosegue)
    Enrico Sasso
    11/10/2016 #5 Enrico Sasso
    Molto bello l'articolo sul B4B. @Roberto A. Foglietta sono punti di vista. Scalabilità o meno io ultimamente vedo una certa ricorrenza e fragilità nella generazione di idee che siano realmente innovative.
    Soprattutto noto in certi imprenditori la pretesa di vendere come originali idee di altri. Ad esempio, tutti sappiamo che i cinesi hanno iniziato copiando, ma facendolo dichiaratamente e migliorando in molti casi i prodotti finali. Questo spesso in occidente non avviene....
    Roberto A. Foglietta
    10/10/2016 #4 Roberto A. Foglietta
    @Enrico Sasso: questo articolo [¹] "B2B is dead. B4B is born." sta mostrando un'innovazione apparentemente difficile da distinguere all'esterno. Due attività una tradizionalmente orientata al B2B e un'altra B4B anche solo per questo dettaglio, la seconda ha la possibilità di scalare in un modo totalmente diverso perché il rapporto con la clientela è di reciprocità. Un aspetto "magico" inizialmente poi con il tempo diventa una commodoty, tutti ci arrivano.

    [¹] https://www.bebee.com/producer/@magendar-rajasekaran/b2b-is-dead-b4b-is-born
    Roberto A. Foglietta
    10/10/2016 #3 Roberto A. Foglietta
    @Riccardo Marciani: grazie. @Enrico Sasso: alcune idee non hanno nulla di innovativo tranne l'implementazione. L'innovazione non è necessariamente l'invenzione di qualcosa di nuovo. Anzi, spesso l'innovazione (impatto di successo sul mercato) è dovuta a una nuova modalità d'integrazione di servizi/prodotti esistenti. D'altronde il successo della CocaCola (a parte il marketing, che è venuto dopo) è la formula. L'idea dell'ingrediente segreto potrebbe essere - ragionevolmente - un falso mito. Per questo parlo di arte e non di scienza, perché la scienza aiuta l'imprenditore (e l'innovatore) fino a un certo punto poi subentra qualcosa d'imponderabile e magico. Questo non significa che non ci sia tecnica e metodo, entrambi sono fondamentali, ma da soli non bastano. Se noi conoscessimo il segreto del successo saremmo tutti persone di successo. Tutto è relativo, in realtà siamo persone di successo (rispetto a molti altri) ma spesso ci si confronta con le proprie o altrui aspettative (ma non è detto che tutte le aspettative siano ragionevoli). Ad esempio, molte persone mi chiedono perché io abbia interesse per "business che non scalano" - hanno ragione, è qualcosa di incomprensibile - eppure quante di queste persone hanno attivato e gestito con successo business che scalano esponenzialmente? La realtà è che dietro a un business lineare c'è sempre anche un business esponenziale ma se non si è capaci di consolidare la base lineare non si riesce a sfruttare l'accelerazione esponenziale (condizione necessaria ma non sufficiente).
    Enrico Sasso
    10/10/2016 #2 Enrico Sasso
    Ciao @Roberto A. Foglietta. Mi piace il tuo articolo. Devo dire che sono d'accordo fino ad un certo punto. Cioé mi pare azzeccato il paragone, ma non per tutti gli imprenditori. Purtroppo, sempre più spesso, molti spacciano le loro idee per grandiose ed originali mentre in realtà sono banali imitazioni. Tu che ne pensi?
    Riccardo Marciani
    10/10/2016 #1 Riccardo Marciani
    Illuminante l'esempio delle fragole. Saluti
  24. ProducerRoberto A. Foglietta
    Fare innovazione
    Fare innovazionePublished on May 4, 2016 on LinkedIn Se noi abbiamo un manuale su come fare bene una cosa, lo diamo a un buon ingegnere e questi la farà bene. Se il manuale non lo abbiamo, non è completo o non pare funzionare come ci aspettiamo allora c'è bisogno...
    Relevant

    Comments

    Roberto A. Foglietta
    05/10/2016 #5 Roberto A. Foglietta
    #1 Ciao @Enrico Sasso, grazie del tuo commento. Ho aggiunto una nota proprio oggi.
    Flavia Grasso
    05/10/2016 #2 Flavia Grasso
    L'innovazione è la chiave, hai perfettamente ragione Roberto
    Enrico Sasso
    05/10/2016 #1 Enrico Sasso
    Ciao Roberto, davvero molto interessante e chiaro. L'innovazione è qualcosa di fondamentale e come dici tu deve essere presente nella cultura d'impresa.
  25. Ornella Gianesin

    Anonymous

    04/08/2016
    Ornella Gianesin
    INFOGRAFICA: 14 trend da tenere d'occhio per chi fa eCommerce
    smartmoney.startupitalia.eu Big data, analisi predittive, payment e programmi fedeltà, alcuni dei trend da considerare quest'anno e in...
    Relevant
See all