Cucina per Te en Cucina internazionale, Gastronomia, Cucina Italiana 20/11/2016 · 1 min de lectura · +300

Frittata di Scammaro con Mario Porfito (senza uova)

Frittata di Scammaro con Mario Porfito (senza uova)

L’attore Mario Porfito ci prepara un classico della cucina povera napoletana:
"la Frittata di Scammaro"


La Frittata di Scammaro è un piatto classico della cucina povera napoletana. Si prepara con spaghetti cotti al dente e ripassati in padella dopo averli insaporiti con un condimento a base di

  • olio extravergine di oliva
  • aglio
  • uva passa
  • pinoli
  • olive nere
  • capperi dissalati
  • acciughe soffritti

È un piatto molto saporito e di antiche origini. Fu infatti ideato dal Duca di Buonvicino Ippolito Cavalcanti per i monaci che durante il periodo quaresimale osservavano il digiuno dalla carne.

Durante questo periodo i monaci che avevano il permesso di astenersi dal digiuno per motivi di salute erano invitati a mangiare nella loro camera (“cammera” in dialetto napoletano) per rispetto verso gli altri confratelli. Perciò il termine “cammerare” divenne subito sinonimo di “mangiare grasso” e al contrario “scammerare” mangiare di magro.

Questa frittata fu chiamata “di Scammaro” perché pur essendo una pietanza da leccarsi i baffi è priva di proteine animali (eccezion fatta per le acciughe che essendo pesci la Chiesa cattolica non considera proteine animali) perciò poteva essere mangiata anche fuori camera.

La particolarità di questa ricetta è che si chiama “Frittata” ma in realtà n