Fabio Pandiscia en Psicologia, Marketing e Comunicazione, beBee in Italiano CEO • FormaeMentis 22/11/2016 · 1 min de lectura · +400

Il linguaggio del corpo funziona? + ebook ... in regalo

Il linguaggio del corpo funziona? + ebook ... in regalo

Una delle domande che assillano di più la persona
che si appresta a conoscere il linguaggio del corpo,
è capire se in realtà l'interpretazione dei segnali non
verbali funziona o no.


Siamo abituati alle fiction, serie televisive come Lie To Me
ci hanno mostrato cosa è possibile fare con la conoscenza
del linguaggio del corpo, a volte anche in modo fantasioso.


E qui sta il punto.
Fin dove è possibile spingersi? 


Come possiamo usare al
meglio nella nostra vita privata e lavorativa, le tecniche di
comunicazione non verbale.


Usarle solo per smascherare qualche bugia o cercare di esser
più seducenti e persuasivi, è estremamente riduttivo.


In realtà si possono raggiungere traguardi molto più ambiti.

Ma non voglio esser io a parlarne, non risulterei credibile.

Quindi ho pensato che sarebbe stato meglio dar voce a chi
ha già partecipato ad un corso  sul linguaggio del corpo e
microespressioni facciali. 


Meglio pubblicare le testimonianze
di chi ha usato le tecniche apprese qui alla formaementis e le
ha applicate alla propria vita. 

E' nata cosi una rubrica nuova nel nostro blog: Storytelling
Clicca qui sotto e leggi le prime testimonianze spontanee che 
sono arrivate qui in redazione.

Sono le storie di chi ha raggiunto grandi successi e soddisfazioni
nella propria vita, grazie anche alle conoscenze ricevute,
frequentando i nostri seminari.

===> Clicca qui per leggere la storia di DANIELE <===

===> Clicca qui per leggere la storia di ANNA <===


--------------------------------------------------------
Articoli dal blog personale:
"Come sviluppare il nostro focus mentale"

-------------------------------------------------------

Molto spesso ci illudiamo di agire, esistono persone 
che dicono a loro stesse frasi del tipo: «Sono molto 
impegnato oggi, quindi faccio progressi»,
oppure 
«Nessuno apprezza quanto realmente faccio», 
«Ho talmente tanto da fare che non posso fermarmi».