Fabio Pandiscia en Psicologia, Marketing e Comunicazione, Risorse Umane CEO • FormaeMentis 29/9/2016 · 2 min de lectura · +200

La comunicazione non verbale è universale

La comunicazione non verbale è universale"La comunicazione non verbale
vale in ogni parte del mondo o é condizionata dalla cultura?"

La risposta è che esistono delle emozioni (sono 7 in tutto) che sono
valide per tutti, non a caso sono dette: universali.

Sono le ormai note emozioni universali di cui parla sempre il dr Ekman,
e se ancora non lo hai letto, c'è un podcast e un vecchio articolo sul
nostro blog, che parla proprio di questo - clicca qui per leggere il post -

TEST ONLINE

Ad esempio il sorriso è universale, se è sincero tutti noi lo facciamo
allo stesso modo. A proposito, sai distinguere un sorriso vero da uno
falso? Prima di rispondere perchè non fai un test per scoprirlo?

Qui sotto ti lascio un link di un test progettato per verificare se è possibile
individuare la differenza tra un sorriso falso e uno vero.

Sono 20 domande con brevi video risolvibili in meno di 10 minuti, ogni
video dura pochi secondi, serve a testare la nostra capacità di
riconoscere quando un  sorriso è genuino o falso. Il test è in inglese,
ma tranquilli, non è difficile 
==> Vai al test, clicca qui <===

Se hai perso la nostra video lezione gratuita (su come deve essere
un sorriso genuino rispetto ad una falso) riservata solo ai nostri
iscritti, puoi rivederla a questo link - clicca qui per il video - 

-----------------------------------

Le espressioni facciali che segnalano paura, gioia, tristezza, rabbia,
ecc. hanno una base biologica e quindi non sono apprese, ma alcuni
gesti sono inevitabilmente legati alla cultura, e questo può portare a 
spiacevoli equivoci.

Ad esempio, il semplice gesto che facciamo dell'autostop (con il pollice
alzato), oppure il gesto di unire pollice e indice nel segno dell’Ok, se nella
nostra cultura sono del tutto innocui, in alcuni Paesi, rappresentano dei
segnali offensivi molto potenti.

Se lavori con persone di varie etnie, prima che tu faccia una brutta figura,
ti consiglio un corso sul linguaggio del corpo:
- clicca qui per il corso linguaggio del corpo -

VIDEO-ESERCIZIO 

Se vuoi cimentarti con un video esercizio, allora il post che è uscito oggi
sul nostro blog è quello che fa per te, dagli un'occhiata:
===>Clicca qui per il video esercizio di oggi <===

------------------------------------

Già con il rispondere alla domanda di prima, ti ho lasciato in questa
newsletter, tanto contenuto e link di alto valore. Sfido chiunque (almeno in
Italia) a trovare un blog sul linguaggio del corpo che divulghi tanto
materiale come quello che riusciamo a produrre noi, ma voglio andare
oltre.

Una seconda domanda che mi viene rivolta spesso è: "ma se faccio un
corso per imparare il linguaggio del corpo, non c'è il rischio di perdere
la mia spontaneità?"

La risposta è: assolutamente no!

Ovvio che rimaniamo sempre noi stessi; semmai, conoscere i segnali
del corpo, ci rende più liberi di comportarci in modo naturale.

Infatti se conosciamo già il significato di alcuni gesti, non dobbiamo
impegnare più di tanto il nostro cervello per interpretarli.

A questo punto voglio farti una domanda: quanto ti senti bravo ad
interpretare le espressioni facciali?

Per saperlo veramente ti propongo un test per scoprirlo.
E' una risorsa gratuita, e la grafica interattiva è stata
ripresa dal METT sviluppato dal dr Ekman - clicca qui per il test - 

Certo, all’inizio possiamo trovare un pò di difficoltà, ma è solo questione
di allenamento, un pò come andare in bicicletta.

Solo in questa newsletter hai tanto di quel materiale didattico che puoi
allenarti per ore sulle micro-espressioni facciali, spero apprezzerai lo
sforzo.

Se vuoi, fammi sapere se ti sono serviti i link che ho messo qui, se hai 
superato senza difficoltà i test o semplicemente se ti piace o no 
il contenuto delle nostre newsletter.

Puoi farlo attraverso il nostro gruppo TELEGRAM a questo link:
https://telegram.me/joinchat/ClYxIkA2GG_Fs68w0zBRxw


Il linguaggio non verbale fa parte di noi, ma viviamo in una cultura che
ce lo fa dimenticare. Riappropriarsi della capacità di “capirlo” significa
recuperare qualcosa che abbiamo semplicemente dimenticato.

Se sarai presente al prossimo corso sul linguaggio del corpo, il mio
compito sarà quello di aiutarti a riappropriarti di queste capacità.
===> Clicca qui per il corso linguaggio del corpo <=== 

a presto

fabio pandiscia