Fabio Pandiscia en Coaching, Psicologia, beBee in Italiano CEO • FormaeMentis 2/11/2016 · 1 min de lectura · +100

Linguaggio del corpo: sesso e segnali di nervosismo

Linguaggio del corpo: sesso e segnali di nervosismo

Nel post uscito sul nostro blog a cura del dr Meridda A. parliamo di
un punto molto importante e di sicuro interessante: il sesso
per la nostra specie.

Indubbiamente, lo scopo riproduttivo è il principale scopo per
cui esiste, e per la maggior parte delle specie è anche l’unico
scopo. Così non è, però, per noi. 
Clicca qui sotto per leggere il post:
===> Clicca qui per andare all'articolo <===


Il secondo argomento  di cui parliamo spesso anche nel blog riguarda i famosi
"segnali di nervosismo", come riconoscerli e anche, se è possibile
nasconderli. 

Conosci quali sono gli scarichi di tensione e i vari segnali
che indicano agli altri quando siamo nervosi?

Se ancora non hai visto il video che ho analizzato,
contenente vari scarichi di tensione e rifiuto corri subito
a guardarlo, il link è questo - clicca qui -  
troverai anche una spiegazione completa di ciò che intendo
per "scarico  di tensione".


Ora, permettimi due domande:

Ti è mai capitato di essere in mezzo a conoscenti e non 
sentirti a tuo agio? 
E cosa hai fatto per non farti scoprire?

Altra domanda che vorrei farti: Come fai a scoprire se la
persona con cui stai parlando si sente a suo agio con te? 

Per capire quali sono i segnali rivelatori di questo stato 
è necessario capire da dove nasce il disagio, che in genere
proviene da due fattori


1 - timidezza oppure
2 - volontà di non svelare se stessi.

Ognuno di questi due motivi spinge la persona a simulare 
sensazioni di benessere o dissimulare imbarazzo che un
eventuale dialogo fa nascere.

Il primo segnale è senz’altro lo sguardo.
Il fatto di NON guardare negli occhi è un segnale per dire 
“Allontanati" 

Ma quali sono i segnali del corpo che indica tensione o
nervosismo?

Fanno parte di questi segnali, tutti i movimenti veloci o 
ripetitivi che indicano tensione e nervosismo, come:

• toccarsi continuamente i vestiti

• tamburellare con le dita su un tavolo

• toccarsi in modo nervoso i capelli

• evitare lo sguardo, o meglio, evitare il contatto degli occhi.

Sono tutti segnali che mostrano disagio.

Patty Woods, esperta di linguaggio del corpo, ha fatto, 
delle curiose osservazioni sui modi di parlare delle persone 
che, mentre passeggiano, parlano al cellulare.

la dr Woods ha notato che quando la persona in questione
riceveva una brutta notizia,questa si fermava e restava qualche 
istante immobile; in modo analogo, quando la conversazione si 
faceva piuttosto intima, chi camminava, smetteva di camminare 
e spesso si sedeva o si appoggiava a qualcosa.

Per contro, se lo scambio si faceva acceso e la persona perdeva
le staffe, il volume della sua voce aumentava e il suo passo 
accelerava.

Altre ricerche hanno messo in luce che quanto più una persona
è apprensiva, tanto più tende (mentre cammina) a 
"sbandare" verso sinistra.

In questo modo  i ricercatori Mario Weick, John Allen hanno dimostrato
che il nostro cervello può condizionare la traiettoria della camminata 
e permettere  di distinguere chi é ansioso e inibito da chi é più 
spavaldo.

Chi é ansioso, non solo sembra  “barcollare”, ma tende anche a 
camminare in modo affrettato e spesso scomposto.

Stessa conclusione è stata riportata dagli psicologi francesi 
Chistophe Maïano , Pierre Therme e Daniel Mestre, facendo 
muovere dei soggetti in un ambiente virtuale.


Ma ora non voglio rivelarti troppo, ti aspetto al prossimo corso
sul linguaggio del corpo

Vuoi approfondire la tua conoscenza? 
Bene!

Ti aspetto al prossimo Corso Linguaggio del corpo e 
micro-espressioni facciali

Ci siamo quasi:
Rieti 19 e 20 Novembre 2016
prenotati chiamando il numero verde gratuito 800 032 882
oppure scrivi a info@formaementis.net

a presto


fabio



Fabio Pandiscia 2/11/2016 · #5

#4 grazie, onorato

+2 +2
Patrizia Rossini 2/11/2016 · #4

#3 Ok, continuerò a seguirti qui per adesso ;) Grazie Fabio!

+1 +1
Fabio Pandiscia 2/11/2016 · #3

#1 purtroppo i miei sponsor permettono solo le città di Cagliari e Rieti

+1 +1
Davide Caretti 2/11/2016 · #2

#1 Si mi pare molto comune. natruralmente come diceva Fabio, distogliere lo sguardo è il primo segno rivelatore.

+1 +1
Patrizia Rossini 2/11/2016 · #1

Io quando sono nervosa mi tocco e aggiusto sempre i vestiti.. Ci hai preso @Fabio Pandiscia. A propostio Fabio, quando il prossimo corso sul Linguaggio del corpo a Roma?

+2 +2