Giampiero Vilardi en Calcio internazionale, Economia e Finanza, Calcio - Italian Soccer Digital Marketing Strategist • beBee 5/10/2016 · 1 min de lectura · +300

Cosa sono le Third part ownership? Cos'ha fatto e a cosa va incontro l'ex CT Allardyce?

L'Inghilterra è stata scossa dal caso del CT della nazionale dei tre leoni Sam Allardyce. Lui e altri top manager della Premier (almeno 8) sono coinvolti in uno scandalo sulle Third Party Ownership (TPO).

Cosa sono le Third part ownership? Cos'ha fatto e a cosa va incontro l'ex CT Allardyce?

Prima capiamo che cappero sono ste benedette TPO.

COSA SONO LE THIRD PARTY OWNERSHIP? - Cerchiamo di chiarire in poche parole e in modo chiaro. Le TPO non sono altro che partecipazioni sul cartellino di un giocatore, da parte di privati o, più comunemente, società create ad hoc.
In pratica, puoi comprare un "pezzo" del cartellino di un giocatore. Qualcosa che è molto comune in America del Sud e che sta spopolando nel mondo del calcio.

LE TPO SONO LEGALI? - Per la FIFA E LA UEFA non lo sono del tutto. Anzi, non lo sono propriovisto che il massimo organismo internazionale del pallone ha creato un articolo specifico (18bis dello Statuto sui trasferimenti) che ne vieta l'uso. Ma come sempre c'è chi se ne infischia e continua con questa pratica, soprattutto in mercati in cui la speculazione economica domina i club.

PERCHÉ I CLUB UTILIZZANO LE TPO? - Facile a dirsi: si finanziano senza vendere il calciatorein questione. Facciamo un esempio: Messi. La pulce è di esclusiva proprietà del Barcellona. LaSportvattelapesca, società quotata che ha una buona liquidità, compra il 50% del fenomeno argentino. Paga ai catalani 150 milioni. Il club ha un'entrata spettacolare e immediata, mentre la Sportvattelapesca pensa che Messi tra un paio d'anni varrà 450 milioni. Al momento della vendita avranno guadagnato una plusvalenza e il Barcellona incasserà solo la metà del totale.