Sindrome da deficit di attenzione e iperattività

Sindrome da deficit di attenzione e iperattività

Il disturbo o sindrome da deficit di attenzione e iperattività è in crescita.

Ha un pesante impatto sulla qualità di vita di chi ne soffre.

E’ denominata anche ADHD, cioè: Attention Deficit Hyperactivity Disorder.

Questo disturbo è stato descritto per la prima volta nel 1902 da George Still. E’ abbastanza studiata e conosciuta nell’età infantile. Poco nell’adulto.

Nella stragrande maggioranza dei bambini con sindrome da deficit di attenzione e iperattività questa condizione persiste anche nell’età adulta. Molte volte con un’attenuazione dei sintomi ma spesso associandosi ad altre malattie psichiatriche.

Senza un adeguato supporto le persone che ne sono affette hanno spesso importanti difficoltà scolastiche e di relazione. Raggiungono un basso livello di studi.

Da adulti se non trattati presentano difficoltà lavorative e relazionali. Cambiano frequentemente lavoro, partner e amicizie. Sono spesso vittime di traumi e incidenti stradali, hanno più frequentemente problemi matrimoniali (separazioni, divorzi) e legali.

Con una diagnosi precoce si possono invece avere degli ottimi risultati. Risultati che permettono a questi bambini di avere una vita soddisfacente e ricca di soddisfazioni.

Argomenti trattati:

La frequenza

Cos’è la sindrome da deficit di attenzione e iperattività

Socializzazione

La situazione di normalità