Roberto A. Foglietta en Dirigenti e manager, Economists and Finance, Communications and journalism ◽Freelance Consultant • ◾www.roberto.foglietta.name 2/12/2017 · 2 min de lectura · +300

Uscire dall'euro, facile facile

Uscire dall'euro, facile facile

Published on 2 Dicember 2017, on LinkedIn

Introduzione

Mi capita di leggere una pagina di blog in cui si affermerebbe che Tremonti stia aiutando Sgarbi e il suo Rinascimento a portare avanti un programma politico che abbia come punto centrale l'uscita dell'Italia dall'euro.

Penso a uno scherzo però lo leggo e per essere uno scherzo, sembra scritto molto bene e in modo serio allora vale la pena di spenderci una riflessione sopra.

Uscire dall'euro

Uscire dall'euro mediante una procedura di richiesta all'Unione, ammesso arrivi a conclusione dei lavori, e siamo nella sfera dell’impossibile.

Un'altra strada per uscire

I trattati nulla prevedono invece nel caso di passare dalla condizione di Stati «la cui moneta è l’euro» a Stati «in deroga». Nulla prevedono non significa che vietino un tale passaggio.
Del resto, anche alla luce delle regole generali di diritto internazionale contenute nella Convenzione di Vienna sul diritto dei Trattati del 1969, è possibile per ciascuno Stato invocare l’impossibilità sopravvenuta, la quale farebbe decadere l’obbligo pattizio, compreso quello – riferendoci al nostro caso – dell’appartenenza dell’Italia all’euro, stante appunto l’impossibilità sopravvenuta per il nostro Paese di rispettare quei criteri economici e finanziari per continuare a farne parte. L’«eccezione italiana» di cui parla Tremonti potrebbe dunque, a nostro avviso, essere fatta valere proprio per l’euro.

La volontà popolare

Una strada che se risultasse percorribile dovrebbe essere comunque sottoposta a referendum perché, se é pur vero che il rispetto dei parametri di Maastricht non é questione di voto, rimane il fatto che uscire dall'euro porterebbe una serie di conseguenze non di poco conto.

Quali sarebbero le conseguenze?

I depositi bancari sarebbero automaticamente convertiti in lira italiana? Tutti i prezzi e i registratori di cassa, dovrebbero gestire la doppia moneta?

Cosa succederebbe alle banconote in euro e agli stipendi? La lira potrebbe velocemente deprezzarsi e il suo potere d'acquisto scendere a livelli tali per cui acquistare prodotti importati diventi impegnativo.

Fra gli import ci sarebbe l'energia. Un salto nel buio che facilmente si potrebbe trasformare in un disastro impossibile da recuperare.

Il Vaticano e San Marino sarebbero trascinati con noi oppure potrebbero mantenere l'euro? Perché di per sè stessi queste due sovranità territoriali non sono Italia e al tempo stesso non hanno una propria definita sovranità monetaria.

Più che una proposta di liberazione da una tirrania monetaria la proposta sembra una butade politica per far leva sul malcontento erroneamente imputato all'euro.

La realtà é che l'euro ha molto probabilmente salvato l'Italia dal disastro della crisi finanziaria del 2008. Ma invece di guardare al bicchiere mezzo pieno, preferiamo accusare la moneta unica.

Rinascimento o medioevo?

Insomma, più che un Rinascimento pare essere un progetto di scarica barile per non accettare la dura realtà di una classe politica inadeguata.

Perché se é vero che gli italiani siano delle capre é pur vero che sono italiani anche quelli in Parlamento.

Vediamo di capirci: 

  • un conto é dire capre, non fate le capre, c'è una strada ma in salita;
  • un altro conto é dire, capre aiutatemi a buttarvi nel burrone.

Bisogna affamare i parassiti, non i cittadini.

Non é poi così difficile da capire che euro-non-euro, nulla cambia se non cambia questo principio. Basta abbuffate a sbafo sulla pelle di chi produce.

Ora, poniamoci una domanda: "ma la paura che l'Italia venga commissariata e finalmente abbia un governo che metta fine alla Grande Abbuffata, é tale da spingerci al suicidio monetario?"

Si? Perché uscire dall'euro non significa uscire dall'Europa e cosa succederà quando un cameriere in Germania guadagna €2.000 euro al mese e invece in Italia 1.000.000 di lire con le quali non riuscirà a pagarsi da vivere perché la bilancia degli import export peserà sui costi prima che il basso valore della lira permetterà di aumentare la produzione e quindi l'esportazione. L'economia é tutta un altra cosa sui libri, vero?

La grande migrazione

Sarà una migrazione di massa? 

Orde barbariche di italiani disperati dare l'assalto demografico all'Europa. 

Cos'è un piano segreto per invadere l'Europa con milizie non convenzionali? Capre d'assalto!

Un po' di teoria del complotto

Oltretutto noi italiani accusiamo i tedeschi che all'entrata dell'euro hanno piazzato il cambio del marco con l'euro quasi a 1:1 mentre noi "poverini, ci hanno fregato" ci siamo piazzati 1:2000 circa invece di 1:1000 come poi é diventato ai prezzi al consumo.

Non sarà invece che gli italiani hanno provato a fare i furbi pensando che ponendosi a 1:2000 invece di 1:1000 pensavamo che un cambio svalutato avrebbe fatto decollare le esportazioni e invece ha fatto impennare i costi delle importazioni e questi ci hanno bloccato, in particolare quelli energetici che impattano sull'industria e sulla logistica!

Conclusione

Bisogna farci un film non un programma politico!

Indice di tutti gli articoli pubblicati

Condividi

(C) 2017, Roberto A. Foglietta, testo licenziato con Creative Common Attribuzione, Non commerciale, Condividi allo stesso modo, versione 3.0, Italia (CC BY-NC-SA 3.0 IT).


Roberto A. Foglietta 9/1/2018 · #1

UP.2018.1.9

0