Simona Vitale en Social Media, Cultura Italiana, beBee in Italiano 2/11/2016 · 1 min de lectura · +300

Il mito perduto di Lilith

Esiste una storia omessa o poco raccontata nei miti della Genesi che parla della prima donna creata da Dio, il cui nome è Lilith e non Eva.


Una leggenda antica narra che la prima moglie di Adamo fosse proprio Lilith creata dalla stessa sostanza del compagno e a questi contemporaneo nella nascita.


«Dio creò l’uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò, maschio e femmina li creò »
(Genesi, 1:27; 10)

Il mito perduto di Lilith
Nel secondo capitolo si ripete poi, con parole diverse, prima la creazione dell’uomo con polvere del suolo (Genesi 2:7) e poi, dalla costola di Adamo (Genesi 2:22), la creazione della donna chiamata Eva.
Prima ancora che nell’Antico Testamento, il mito di Lilith compare nelle antiche religioni mesopotamiche ed ebraiche.
Di Lilith si sa che preferì fuggire dal Paradiso Terrestre piuttosto che sottomettersi alla volontà di Dio e di Abramo. Non volle giacere sotto al suo compagno in senso fisico e simbolico e così andò via.

Continua qui


Simona Vitale 3/11/2016 · #4

#1 Ciao Riccardo, grazie per il tuo commento. Ti auguro un buon proseguimento di giornata. Alla prossima.

+1 +1
Simona Vitale 3/11/2016 · #3

#2 Ciao Chiara, sono contenta che ti sia piaciuto il mio articolo. Uso molto gli archetipi ed i miti per parlare di temi universali. Continua a seguirmi. Un abbraccio.

0
Chiara Randazzo 3/11/2016 · #2

@Simona Vitale mi hai regalato una chicca bellissima. Non sapevo nulla su questo mito e mi è piaciuto moltissimo leggere qualcosa in proposito. Anche a me piace pensare sia simbolo di forza ed emancipazione femminile. È una donna alata e quindi simbolo di libertà indubbiamente.

+1 +1
Riccardo Marciani 2/11/2016 · #1

Una storia davvero accattivante. Mi piace pensare che rappresenti l'emancipazione femminile.

+1 +1