Stefano Venturi en Chiacchiere fotografiche, beBee in Italiano ICT Group Manager & Photoblogger • Finmasi Group 12/3/2018 · 1 min de lectura · ~100

La libreria che “fonde” i clienti con le copertine dei libri (parte 2)

La libreria che “fonde” i clienti con le copertine dei libri (parte 2)

E’ passato esattamente 1 anno da quando scrissi l’articolo dove vi parlai della libreria Mollat, una piccola libreria indipendente francese con sede a Bordeaux, che diventò in poco tempo molto conosciuta ma non per la qualità dei suoi libri ma bensì per aver pubblicato su instagram un progetto fotografico veramente creativo e strabiliante.

Il progetto si chiama “Book Face” e consiste in particolari illusioni ottiche ottenute “fondendo” le copertine di alcuni libri con i volti dei clienti della libreria.

Utilizzando una varietà di diversi romanzi, libri d’arte e riviste, i proprietri della libreria Mollat non hanno lascito nulla al caso creando fotografie veramente particolari, con elementi della copertina abilmente posizionati per fondersi perfettamente con le mascelle, gli occhi e il naso del soggetto.

In alcune immagini, le copertine del libro ostruiscono intere facce, consentendo a parti del corpo, vestiti e capelli di completare l’immagine.

Sebbene visitare una libreria storica come questa possa sembrare antiquato ad alcuni, la libreria Mollat è certamente in contatto con l’era digitale. Con il progetto “Book Face” che continua a crescere con una media di 1 foto alla settimana, questa piccola libreria francese ha finora ottenuto oltre 56.000 follower su Instagram.

Se volete vedere alcuni degli scatti di questo strabiliante progetto fotografico, date un occhio alla pagina del photoblog:

https://photoblog.stefanoventuri.eu/la-libreria-fonde-clienti-le-copertine-dei-libri-parte-2/