Stefano Venturi en Chiacchiere fotografiche, Foto e fotografia, beBee in Italiano ICT Group Manager & Photoblogger • Finmasi Group 10/11/2017 · 1 min de lectura · +500

Panasonic Lumix G9: la nuova mirrorless top di gamma

Panasonic Lumix G9: la nuova mirrorless top di gamma

Dopo Sony, anche Panasonic ha deciso di fare le cose sul serio presentando negli ultimi giorni la nuova mirrorless quattro terzi adatta, in particolar modo, ai fotografi naturalistici e sportivi.

La nuova Panasonic Lumix G9 ha una scheda tenica di tutto rispetto ed è un concentrato di tecnologia e di design che farà felice non pochi fotografi.

All’interno della Panasonic Lumix G9 troviamo un sensore CMOS Digital live da 20,3 megapixel privo del filtro passa-basso che garantisce una qualità delle immagini estremamente elevata, in perfetta sinergia con gli obiettivi creati appositamente per le mirrorless Panasonic.

A fianco del sensore troviamo il processore Venus Engine che riesce a rendere la gamma dinamica più ampia ed una gradazione più fluida. La gamma di sensibilità ISO si estende tra 200 e 25.600 ISO, l’otturatore meccanico lavora fino a 1/8000s e quello elettronico fino a 1/32.000s.

Per chi non si accontenta dei 20 megapixel, Panasonic ha implementato una particolare modalità di scatto chiamata High Resolution Mode che permette di ottenere immagini a 80 megapixel grazie alla tecnologia multi-shot. Tale tecnologia unisce 8 immagini scattate consecutivamente e sceglie poi i dettagli migliori producendo un’immagine con una definizione pazzesca!

Sulla nuova Panasonic Lumix G9 troviamo anche un rinnovato stabilizzatore d’immagine I.S. e Dual I.S., ottimizzato per garantire riprese stabili a mano libera anche con la velocità dell’otturatore bassa, grazie ad un nuovo algoritmo.

Per quanto riguarda la messa a fuoco sulla Panasonic Lumix G9 troviamo la tecnologia DFD (depth from defocus) che aiuta l’autofocus a contrasto nelle situazioni più difficili e nel tracking. Le 225 aree di messa a fuoco possono essere personalizzate scegliendone dimensioni e posizione. Panasonic dichiara grandi prestazioni in termini di velocità con una messa a fuoco automatica ultrarapida pari a circa 0,04 sec e una raffica di 20 fps.

Il mirino elettronico della Panasonic Lumix G9 ha una risoluzione elevatissima (3.680.000 punti) e un ritardo di appena 5 milisecondi. Il display posteriore è un 3 pollici touchscreen ed è orientabile. Sono ovviamente presenti le connessioni wifi e bluetooth e, tra le connessioni, troviamo una porta USB che permette anche la ricarica della fotocamera (oltre che al passaggio di file), una presa HDMI, un jack per il microfono, uno per le cuffie e un connettore sincro per flash esterni.

Seppur poco enfatizzato, è di rilievo anche il comparto video. La Panasonic Lumix G9 ha la possibilità di registrare filmati 4K 60p/50p ad elevato bitrate.

Panasonic Lumix G9 uscirà nelle versioni G9 solo corpo e G9L in bundle con l’obiettivo 12-60mm LEICA F2.8 da gennaio 2018 a prezzi rispettivamente di 1.699 euro e 2.299 euro.

Articolo originale su:

https://photoblog.stefanoventuri.eu/panasonic-lumix-g9-mirrorless/